Scuola, inizio delle lezioni: il calendario regione per regione (Lazio il 13, la Campania il 15) e tutte le regole

Scuola, inizio delle lezioni: il calendario e le regole per il rientro in classe
di Lorena Loiacono
3 Minuti di Lettura
Martedì 24 Agosto 2021, 10:02 - Ultimo aggiornamento: 14:34

Parte il conto alla rovescia per la prima campanella che, a settembre, riporterà in classe circa 8 milioni di studenti. Anche quest’anno le classi dovranno fare i conti con la pandemia e le misure di sicurezza: le scuole sono alle prese con le indicazioni del Cts da mettere in pratica e stanno organizzando il rientro tra banchi distanziati e pulizie.

Il ministero dell’istruzione con l’ordinanza del 6 agosto scorso firmata dal ministro Bianchi ha indicato, come date di massima, il rientro alla scuola dell’infanzia a partire dal 6 settembre e per tutti gli altri, quindi scuola elementare, media e superiore, a partire dal 13 settembre. Fermo restando che le singole regioni, in autonomia, possono stilare calendari ad hoc.

E così, in base alle delibere degli enti territoriali si parte il 6 settembre con la provincia autonoma di Bolzano. Dopo una settimana, il 13 settembre, sarà la volta del rientro in aula dei ragazzi di Lombardia, Piemonte, Veneto, Lazio, Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Umbria, provincia autonoma di Trento e Valle d’Aosta.

Il giorno dopo, il 14 settembre, torneranno le classi della Sardegna, il 15 settembre gli alunni delle scuole di Toscana, Molise, Campania, Liguria e Marche e il 16 settembre sarà il momento di riaprire le scuole in Friuli Venezia Giulia e Sicilia. Le ultime regioni a tornare a scuola saranno Calabria e Puglia che hanno programmato la ripartenza per lunedì 20 settembre.

Green Pass, verso l’obbligo ai dipendenti pubblici. Scontro sulla scuola

I calendari regionali vengono stilati anche in base alle peculiarità dei singoli territori: le regioni che preferiscono prolungare la stagione estiva, per agevolare il turismo come Puglia e Calabria, aprono in ritardo mentre quelle che avranno bisogno di pause invernali, per il turismo sulla neve come ad esempio nella provincia di Bolzano, possono aprire prima per poi poter fermare la didattica nei mesi più freddi. Anche le singole scuole possono decidere, autonomamente, di posticipare o anticipare la prima campanella in base a necessità particolari. Resta ferma l’indicazione, per tutti, di garantire 200 giorni di lezione complessivi.

L'anno scolastico 2021-2022 terminerà quindi a giugno in base alla data di avvio delle lezioni, la prima pausa è prevista per lunedì 1 novembre con la festa di tutti i Santi a cuis eguirà poi il ponte per la festa dell'Immacolata Concezione, venerdì 8 dicembre.  La data di inzio delgi esami di maturità è stata fissata al 22 giugno.

Green pass a scuola, Costa: «Saremo rigidi, settembre mese decisivo»

Il calendario 

6 settembre: provincia autonoma di Bolzano

13 settembre: Lombardia, Piemonte, Veneto, Lazio, Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Umbria, provincia autonoma di Trento e Valle d'Aosta

14 settembre: Sardegna

15 settembre: Toscana, Molise, Campania, Liguria e Marche 

16 settembre: Friuli Venezia Giulia e Sicilia

20 settembre: Calabria e Puglia

Loading...

© RIPRODUZIONE RISERVATA