Infermiera no-vax: «Non fate i vaccini, sono esperimenti». Poi muore di Covid, aveva 21 anni

Vaccini, l'nfermiera no-vax: «Non fateli, siamo un esperimento». Poi muore di Covid, aveva 21 anni
3 Minuti di Lettura
Martedì 13 Luglio 2021, 08:01 - Ultimo aggiornamento: 18:15

Un'infermiera no-vax dell'ospedele Ochsner Lafayette General (Louisiana) è morta per complicazioni da Covid: lo riportano i media locali, oltre che i post sui social media di amici e colleghi di lavoro. Olivia Guidry, infermiera del pronto soccorso, 21 anni, è morta sabato dopo aver combattuto il virus per giorni nell'unità di terapia intensiva dell'ospedale. Gli amici, che avevano chiesto di pregare per la giovane ragazza, hanno espresso dolore quando la notizia della sua morte si è diffusa sabato pomeriggio ed è stata poi confermata.

La Guidry stava seguendo corsi di medicina alla LSU Eunice e sperava di entrare in una scuola ufficiale. Alla ragazza era stato diagnosticato «il virus all'inizio di luglio», secondo un post pubblicato sui social da sua sorella, Brittany Smith. Olivia ha avuto la febbre alta e il giovedì era stata messa in coma farmacologico.

Olivia credeva che i vaccini in qualche modo alterassero il DNA umano «al livello molecolare» e che fossero «pericolosi». Lo ha aveva scritto su Twitter ma dopo poco quel tweet stesso era stato cancellato. «Il vaccinoNon farlo. Non è sicuro», aveva scritto anche su Fb. Olivia aveva messo in dubbio le misure di sicurezza della pandemia e aveva ritwittato un altro account definendo «falsi» i test del coronavirus. «Sono l'unica a pensare che stiano cercando di vedere quanto possono controllarci???», si legge in un post dell'11 luglio 2020. «Siamo un esperimento sociale diretto».

Scuola, troppi professori no-vax: Figliuolo sprona le Regioni

Bassetti: «Su lockdown non vaccinati insultato e minacciato. Adesso servono due auto di scorta»

Reggio Calabria, sospesi 15 operatori sanitari che avevano rifiutato il vaccino

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA