COVID

Covid Italia, bollettino: crescono i contagi (1.452), 12 i morti. Mai così tanti attuali positivi da giugno. Tamponi oltre quota 100mila

Mercoledì 16 Settembre 2020
Covid Italia, bollettino 16 settembre

Covid Italia, il bollettino di oggi 16 settembre 2020. I dati indicano un'ulteriore crescita: i contagi sono 1.452, 12 i morti. Ieri  i dati indicavano 1.229 i nuovi contagi e 9 vittime. Ovvero 223 contagiati in più in un giorno. Va anche ricordato, tuttavia, che ieri sono stati effettuati oltre 100mila tamponi (+20mila rispetto al giorno precedente). 
 

Covid, aumentano ancora i contagiati

Gli attualmente contagiati tornano così a superare le 40mila unità (40.532, +820) con 2.285 pazienti ricoverati con sintomi (+63) e 207 in terapia intensiva (+6). Sono in isolamento domiciliare 30.050 pazienti (+751) mentre i pazienti dimessi o guariti nelle ultime 24 ore sono 620 per un totale di 215.265. La Regione con più casi positivi è la Campania (186), seguita dal Lazio (165), nonché da Lombardia e Veneto con 159 casi positivi.


 

Ieri, 15 settembre, i dati indicavano 1.229 i nuovi contagi da coronavirus, 221 in più rispetto al 14 settembre quando ne sono stati registrati 1.008. Le vittime sono 9 (ieri erano 14), mentre i guariti sono più che raddoppiati: 695 nelle 24 ore (ieri 316). È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. Sono quasi raddoppiati i tamponi processati: 80.517 contro 45.309. Tra le regioni più colpite la Lombardia (176 casi positivi) seguita da Liguria (141) e Lazio (139). Anche Emilia Romagna, Veneto e Campania registrano oltre 100 nuovi contagi. Nessuna regione a zero casi. I pazienti in terapia intensiva sono 201, 4 in più di ieri.
 

Covid, bollettino Lazio: contagi in risalita, 165 in 24 ore (86 a Roma). Nessun morto

Di nuovo un incremento di contagi nel Lazio. Nelle ultime 24 ore nella regione si registrano infatti 165 nuovi casi (contro i 139 di ieri). Dei nuovi positivi 86 sono a Roma. Zero i decessi. Intanto è partita da oggi presso l'aeroporto di Fiumicino la sperimentazione su due voli Roma-Milano 'COVID Free', iniziativa in comune tra AdR, Alitalia e la Regione Lazio.


LEGGI ANCHE Covid, studio del Gemelli: «Cambia l'età dei malati, il più grave ha 52 anni». Molti guariti da mesi hanno ancora problemi

I contagiati fino a ieri erano a 39.712 (+525) con 2.222 pazienti ricoverati con sintomi (+100) e 201 nelle terapie intensive (+4). Sono in isolamento domiciliare 37.289 persone (+421) mentre sono stati dimessi dagli ospedali o sono guariti 695 pazienti per un totale di 214.645.
 

LE REGIONI
 

CALABRIA
​«In Calabria ad oggi sono stati effettuati 176.447. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.741 (+19 rispetto a ieri), quelle negative sono 174.706». Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria, che fa registrare 389 casi attualmente attivi. «Territorialmente - prosegue- i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 12 in reparto; 32 in isolamento domiciliare; 187 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 10 in reparto; 2 in terapia intensiva; 97 in isolamento domiciliare; 465 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 6 in reparto; 94 in isolamento domiciliare; 304 guariti; 19 deceduti. Crotone: 20 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 8 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti. Altra Regione o Stato Estero: 205 (nel totale è compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione)». Poi il bollettino aggiunge: «I ricoverati del setting Fuori regione (8) e dei migranti (1) sono stati inseriti nei conteggi dei rispettivi reparti di degenza. Complessivamente i ricoveri presso l'ospedale di Catanzaro sono 13 di cui 5 sono riferiti a persone non residenti. I ricoverati presso l'AO di Cosenza sono tredici; di questi tre sono »non residenti«, mentre la paziente dimessa a Cosenza è stata inserita nel setting »fuori regione«. Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture che nel tempo sono stati dimessi. Dei 14 casi di Cosenza, 8 sono migranti, 2 da focolaio noto, 1 da rientro e 3 in corso di inchiesta epidemiologica». Dall'ultima rilevazione, conclude il bollettino, «le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 1.642. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale».

EMILIA ROMAGNA
A Bologna e provincia sono 22 i nuovi positivi (uno solo ricoverato e tutti gli altri in isolamento domiciliare): 17 sono riconducibili in gran parte a focolai noti (familiari e ambiente di lavoro), 5 sono casi sporadici. Sui 22 totali, 3 sono stati individuati tramite attività di contact tracing; 1 attraverso screening con test sierologico, 1 rientro dall'estero (Moldavia); 3 da altre regioni (Liguria, Puglia e Lazio). A Modena e provincia sono 16 i nuovi positivi: 6 casi sono legati a un focolaio familiare già noto, 3 sono contatti di casi conosciuti, 1 è relativo a un positivo individuato tramite screening aziendale, 1 legato al focolaio dell'iniziativa di Carpi, 3 sono di rientro dall'estero (1 Albania, 1 Marocco, 1 India) e 2 rientri da altre regioni (1 Sardegna, 1 Liguria). Sul territorio ravennate 15 nuovi casi, di cui 12 contatti di casi già noti (11 in ambito famigliare), 2 casi sporadici emersi a seguito di sintomi, 1 emerso a seguito di tampone eseguito spontaneamente dal paziente. In provincia di Ferrara 15 nuovi casi: di questi, 12 sono stati individuati a seguito di tracciamento di casi noti, tutti riconducibili a focolai famigliari; 2 persone a cui il tampone è stato effettuato per presenza di sintomi. Un caso è riconducibile al rientro dall'estero (Libano). Questi i dati, accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali, relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

PUGLIA
Torna a superare quota 100 il numero di nuovi casi positivi al Covid 19 oggi in Puglia a fronte però di un numero consistente di test per il rilevamento dell'infezione, 4571, sepppur in lieve diminuzione rispetto a ieri. Si registra oggi un decesso in provincia di Bari, come ieri. I morti in tutto finora sono 574. È quanto si legge nel bollettino epidemiologico quotidiano sul coronavirus, reso noto dalla Regione, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Ieri i nuovi contagi erano stati 76 su 4677 tamponi. Dei positivi odierni, 51 sono in provincia di Bari, 4 in provincia di Brindisi; 11 in provincia Bat, 22 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 4 in provincia di Taranto, 2 fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 360.787 test. Sono 4.252 i pazienti guariti (+15 rispetto a ieri) e 1.863 i casi attualmente positivi (+87), dei quali 218 ricoverati e 1645 a domicilio. Degli attualmente positivi, lo 0,8% è ricoverato in terapia intensiva e l'11% negli altri reparti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 6.689, così suddivisi: 2.572 nella provincia di Bari; 536 nella provincia di Bat;745 nella provincia di Brindisi; 1.577 nella provincia di Foggia; 732 nella provincia di Lecce; 474 nella provincia di Taranto; 52 attribuiti a residenti fuori regione; 1 provincia di residenza non nota.  I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

FRIULI-VENEZIA-GIULIA
Le persone attualmente positive al Coronavirus in Friuli Venezia Giulia sono 617 (2 più di ieri). Tre pazienti sono in cura in terapia intensiva, mentre 22 sono ricoverati in altri reparti. Non sono stati registrati nuovi decessi (349 in totale). Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Oggi sono stati rilevati 29 nuovi contagi; quindi, analizzando i dati complessivi dall'inizio dell'epidemia, le persone risultate positive al virus sono 4.210: 1.550 a Trieste, 1.354 a Udine, 941 a Pordenone e 352 a Gorizia, alle quali si aggiungono 13 persone da fuori regione. I totalmente guariti ammontano a 3.244, i clinicamente guariti sono 5 e le persone in isolamento 587. I deceduti sono 197 a Trieste, 77 a Udine, 68 a Pordenone e 7 a Gorizia. 

 

Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 08:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA