Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bollettino Covid, oggi 3 febbraio: 112.691 contagi, 414 morti. Tasso positività al 12,3%. Pregliasco: «Quarta dose? Improbabile»

Dall'inizio della pandemia sono 11.348.701 gli italiani contagiati dal Covid

Bollettino Covid, oggi 3 febbraio: 112.691 contagi, 414 morti. Tasso positività al 12,3%. Pregliasco: «Quarta dose? Improbabile»
9 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Febbraio 2022, 15:44 - Ultimo aggiornamento: 19:18

Covid Italia, il bollettino di oggi mercoledì 3 febbraio: oggi  112.691 contagi 414 morti. Il tasso di positività è al 12,3%. Ieri sono stati 118.994 i contagi e 395 i morti registrati in 24 ore, secondo i dati del Ministero della Saluite. Lunedì, invece, in tutta Italia erano stati 133.142 i contagi e 427 i morti.

Dall'inizio della pandemia sono 11.348.701 gli italiani contagiati dal Covid, secondo i dati del ministero della Salute. Gli attualmente positivi sono 2.328.230, in calo di 79.396 nelle ultime 24 ore mentre i morti sono 147.734. I dimessi e i guariti sono invece 8.872.737 con un incremento di 191.938 rispetto a ieri

Tasso di positività al 12,3%

Sono 915.337 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 964.521. Il tasso di positività è al 12,3%, lo stesso di ieri. Sono invece 1.457 nelle terapie intensive, 67 meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 95. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.324, ovvero 226 in meno rispetto a ieri.

Pregliasco«Quarta dose? Improbabile»

«La scadenza illimitata del Green pass dopo la terza dose è un fatto tecnico. Noi non sappiamo ancora bene quant'è la durata» dell'immunità. Il booster è stato proposto «perché c'era l'esigenza in una fase epidemica di avere la massima protezione possibile e io credo che nel futuro sarà sufficiente ciò che è acquisito almeno come necessità universale. Poi la vaccinazione» anti-Covid «sarà prospettata come la vaccinazione antinfluenzale». Lo spiega all'Adnkronos Salute il virologo Fabrizio Pregliasco, docente della Statale di Milano. Dunque nessuna quarta dose in vista? «È molto probabile. Si andrà probabilmente verso un richiamo annuale con vaccino aggiornato». Ma chi, come i più fragili, ha fatto il booster già a settembre e vede scadere i 6 mesi dall'ultima vaccinazione a marzo, va incontro a qualche rischio? «Dipende dall'andamento epidemiologico - risponde Pregliasco - se i dati vanno a migliorare come speriamo, è sufficiente la capacità protettiva residua ma questo lo dovremo valutare step by step. L'immunità delle cellule di memoria comunque c'è anche se la dovremo comprendere col tempo che passa».

Stato di emergenza in scadenza il 31 marzo: cosa cambia per smart working, Green pass e vaccini obbligatori

I dati delle Regioni

Lombardia

Con 145.872 tamponi effettuati è di 14.989 il numero di nuovi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, con un tasso di positività stabile al 10,2% (ieri 10,1%). Il numero dei ricoverati diminuisce nelle terapie intensive (-11, 218) e nei reparti (-71, 2.899). Sono 125 i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 37.416. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 4.649 casi (di cui 1.754 in città), a Bergamo 1.209, a Brescia 1.910, a Como 866, a Cremona 677, a Lecco 324, a Lodi 354, a Mantova 908, a Monza 1.079, a Pavia 783, a Sondrio 230 e a Varese 1.458.

 

Veneto

Scendono anche oggi i numeri dei contagi Covid in Veneto. Sono 11.902 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore (ieri erano 14.190), durante le quali si contano anche 24 decessi. Il totale delle persone colpite dal virus dall'inizio della pandemia è 1..193.244, quello delle vittime 13.264. Lo riferisce il bollettino della Regione. Continua a diminuire il numero degli attuali positivi: sono 202.890 le persone in isolamento (- 6.018). Immutato il dato dei ricoveri ospedalieri nelle aree mediche, 1.808, mentre flette quello delle terapie intensive, 162 (-6).

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 29.860 test e tamponi sono state riscontrate 3.149 positività al Covid 19, pari al 10,54%. Nel dettaglio, su 9.289 tamponi molecolari sono stati rilevati 993 nuovi contagi (10,69%), su 20.571 test rapidi antigenici 2.156 casi (10,48%). Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 37 (-4), i pazienti in altri reparti calano a 495 (-3). Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia più colpita è la 0-19 (27,4%), seguita dalla 40-49 (18,80%), dalla 50-59 (14,70%) e dalla 30-39 (13,24). Oggi si registrano i decessi di 16 persone, tra i 61 e i 95 anni, morte in ospedale o Rsa. I decessi complessivamente sono pari a 4.534: 1.099 a Trieste, 2.184 a Udine, 864 a Pordenone e 387 a Gorizia. I totalmente guariti sono 210.279, i clinicamente guariti 561, le persone in isolamento 62.403. Dall'inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive complessivamente 278.309 persone: 60.327 a Trieste, 115.888 a Udine, 66.806 a Pordenone, 31.248 a Gorizia e 4.040 da fuori regione. Il totale dei positivi è stato ridotto di 10 unità a seguito della revisione di altrettanti test. Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale, sono state rilevate 39 positività nell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina 29 nell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale; 8 nell'Azienda sanitaria Friuli Occidentale; 2 nell'Irccs materno-infantile Burlo Garofolo; 2 nel Cro di Aviano. Infine, relativamente alle residenze per anziani del Fvg si registra il contagio di 7 ospiti e di 33 operatori.

Emilia Romagna

Altri 12mila nuovi contagi da Coronavirus in Emilia-Romagna su oltre 53mila tamponi, un calo dei ricoverati e altri 34 morti. Il bollettino quotidiano della pandemia in regione comprende però 1.200 casi di positività registrati nei giorni scorsi, che per problemi tecnici non erano stati caricati a sistema, 315 riferiti al Circondario imolese e circa 900 di Ferrara. Nelle terapie intensive ci sono 152 persone (-2), età media 62,3 anni, 90 non sono vaccinati; negli altri reparti Covid, sono 2.519 (-159), età media 72 anni. I casi attivi sono 257.725 (-29.320), il 99% in isolamento a casa, i guariti 41.298. Tra i 34 morti, 14 sono registrati in provincia di Rimini, nessuno a Piacenza, Bologna, Imola.

Lazio

«Oggi nel Lazio su 24.174 tamponi molecolari e 77.402 tamponi antigenici, per un totale di 101.576 tamponi, si registrano 11.612 nuovi casi positivi (+1.052), sono 26 i decessi ( = ), 2.104 i ricoverati (+15), 192 le terapie intensive (-4) e +13.761 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 11,4%. I casi a Roma città sono a quota 5.433». Lo comunica in una nota l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, al termine della videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19, sottolineando che «i guariti superano i nuovi casi. E si registra un calo dell'incidenza. Rispetto a stesso giorno di una settimana fa sono 1.865 i casi in meno». Nel dettaglio, la Asl Roma 1 registra 1.845 nuovi casi e 5 decessi nelle ultime 24 ore; nella Asl Roma 2 sono 2.189 i nuovi casi e 3 i decessi; Asl Roma 3: sono 1.399 i nuovi casi e 1 decesso; Asl Roma 4: sono 1.022 i nuovi casi e 3 i decessi; Asl Roma 5: sono 980 i nuovi casi e 3 i decessi; Asl Roma 6: sono 1.214 i nuovi casi e 5 i decessi. Nelle province si registrano 2.963 nuovi casi: la Asl di Frosinone registra 798 nuovi casi e 2 decessi; la Asl di Latina 1.231 nuovi casi e 2 decessi; la Asl di Rieti 270 nuovi casi e 0 decessi e la Asl di Viterbo 664 nuovi casi e 2 decessi.

Marche

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 4.607 casi di Covid-19 (754 i sintomatici), con 11.339 tamponi processati nel percorso diagnostico e un tasso di positività al 40,6% (ieri era al 38% con 4.911 casi); l'incidenza cumulativa su 100 mila abitanti è scesa per il quarto giorno consecutivo, passando da 2231,51 a 2128,60. Lo si apprende dal bollettino quotidiano del Servizio sanitario regionale. Sono complessivamente 395 (+3) i pazienti assistiti nei reparti ospedalieri delle Marche e 64 (+3) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 55 pazienti (-3), il 68% dei quali non vaccinati, e il tasso di occupazione dei posti letto è al 21,5%, sono 79 (+2) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 261 (+4) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l'occupazione dei posti letto in area medica al 33,3%. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 9 vittime correlate al Covid-19, la più giovane delle quali una signora di 57 anni; tutte erano affette anche da altre patologie. Il bilancio dall'inizio della crisi pandemica è ora di 3.447 morti.

Abruzzo

Sono 2.756 (di età compresa tra 2 mesi e 102 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza - al netto dei riallineamenti - a 224389. Dei positivi di oggi, 1634 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso (si tratta di un 67enne della provincia di Chieti) e sale a 2822. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 103127 dimessi/guariti (+1485 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 118440, +1265 rispetto a ieri), nel totale sono ricompresi anche 81937 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall'inizio dell'emergenza, sui quali sono in corso verifiche. Sono 478 i pazienti (+44 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in area medica; 31 (-4 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 117931 (+1225 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 7281 tamponi molecolari (1949804 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 19816 test antigenici (2661659). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 10.17 per cento. Del totale dei casi positivi, 47685 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+631 rispetto a ieri), 61563 in provincia di Chieti (+805), 53438 in provincia di Pescara (+571), 55511 in provincia di Teramo (+667), 2864 fuori regione (+31) e 3328 (+46) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

 

Basilicata

In Basilicata sono 1.028 i nuovi casi di contagio da Sars Cov-2, su un totale di 5.763 tamponi (molecolari e antigenici), e si registrano 2 decessi per Covid-19. Sono i dati del bollettino regionale della task force coronavirus riferito alle ultime 24 ore. Le persone decedute risiedevano a Lavello e in Calabria, a Laino Castello. Sono state registrate 728 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 96 (+3) di cui 4 (-1) in terapia intensiva: 46 (di cui 2 in TI) nell'ospedale di Potenza; 50 (di cui 2 in TI) in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono circa 19.500. Per la vaccinazione, ieri sono state effettuate 3.890 somministrazioni. Finora 462.973 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (83,7 per cento della popolazione che ammonta a 553.254 residenti), 424.919 hanno ricevuto la seconda (76,8 per cento) e 304.208 sono le terze dosi (55 per cento), per un totale di 1.192.100 somministrazioni effettuate.

Campania

Sono 10.178 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in Campania dall'analisi di 77.974 test, 42 i decessi registrati nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania (20 decessi avvenuti nelle ultime 48 ore, 22 avvenuti in precedenza ma registrati ieri). In Campania sono 84 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 1.354 i pazienti Covid ricoverati nei reparti di degenza.

Sicilia

Sono 6.452 i nuovi casi di Covid 19 registrati oggi in Sicilia e 36 i morti. I pazienti guariti sono invece 3.189. Nell'isola, in totale, i positivi sono 258.176 - 3.519 in più rispetto a ieri - e di questi 1.467 sono ricoverati nei reparti ordinari, 140 in terapia intensiva con 5 nuovi ingressi e 256.569 sono in isolamento domiciliare. Fra le province, il numero maggiore di casi si registra a Catania (1.585) seguita da Palermo (1.414).

Sardegna

In Sardegna si registrano oggi 1564 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 4662 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 24384 tamponi. Lo rende noto la Regione Sardegna precisando che i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 30 (2 in meno di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 376 (1 in più di ieri). 23.127 sono i casi di isolamento domiciliare ( 379 in più di ieri). Si registrano 11 decessi: 2 donne di 84 e 93 anni, residenti nella provincia di Sassari; 3 uomini di 70, 80 e 90 anni, residenti nella Città Metropolitana di Cagliari; 1 donne di 77 anni, residente nella provincia di Oristano; 1 uomo di 66 anni e una donna 88, residenti nella provincia del Sud Sardegna; 1 donna di 83 e altri due pazienti, residenti nella provincia di Nuoro.

 
Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA