Mucca pazza, nuovo caso in Scozia: torna l'incubo del contagio

Giovedì 18 Ottobre 2018
Mucca pazza, torna l'incubo: nuovo caso di contagio. Le autorità: «No agli allarmismi»

Torna l'incubo mucca pazza dopo un caso confermato su un capo di bestiame in una fattoria dell'Aberdeenshire, in Scozia. 

LEGGI ANCHE Roma, sospetto caso di mucca pazza: muore un ingegnere
LEGGI ANCHE Uova all'insetticida, allarme in Europa: controlli rafforzati nel mercato italiano

Il primo episodio di 'mucca pazza' in Scozia - territorio ricco d'allevamenti di qualità - risale a 10 anni orsono. Sheila Voas, capo veterinario della zona, ha invitato a evitare allarmismi, ma ha anche sollecitato «tutti gli allevatori che avessero il minimo motivo di preoccupazione» a rivolgersi al suo ufficio per «consigli» immediati. 

Il responsabile dell'Economia Rurale per il governo scozzese, Fergus Ewing, ha precisato che l'allevamento è stato già isolato, con il divieto di movimento degli animali e il blocco del commercio di capi vivi o di carne. Per il momento si tratta comunque di provvedimenti singoli, anche perché il contagio risulta essere stato individuato prima di qualunque contatto con «la catena del cibo umano», precisa ancora la Bbc. 

I primi casi di virus della mucca pazza sono stati rilevati nel 1986: da lì al 2001 sono stati 180mila con un pizzo nel gennaio del 1993: all'epoca c'erano quasi mille nuovi casi ogni settimana.
 

Ultimo aggiornamento: 17:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma