Jessie Diamond, ricatti e minacce all’ex: nei guai la dj star delle disco

Finisce a processo la dj tre volte vincitrice del Dance music awards. Non voleva restituire 20mila euro che le aveva prestato il manager di Rolls Royce

Jessie Diamond, ricatti e minacce all ex: nei guai la dj star delle disco
di Erika Chilelli
4 Minuti di Lettura
Giovedì 8 Dicembre 2022, 22:34 - Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre, 09:02

Ha calcato le passerelle come modella e ha lavorato come fotomodella a livello internazionale nel 2006, poi ha scoperto la passione per la musica dietro la consolle. Ora, però, la best italian deejay da 35mila follower su Instagram, Jessica Tinelli, in arte Jessie Diamond”, è imputata davanti al Tribunale monocratico di Roma per estorsione. A muovere le accuse contro la donna, che si è aggiudicata per tre volte il primo posto ai Dance Music Awards, è l’ex fidanzato Fabrizio Piccoli, brand manager di Rolls Royce e marketing manager di BMW Italia Retail. Nel corso della loro relazione le avrebbe prestato 20mila euro, ma quando le ha chiesto di restituirgli il denaro la deejay lo avrebbe minacciato di denunciarlo per stalking, rifiutandosi di restituire la somma. Una promessa mantenuta dalla Tinelli che lo ha denunciato a Parma, dove la Procura sta svolgendo le indagini.

 

Le mail di fuoco

La relazione è durata quattro anni, dal 2010 al 2014, poi tra i due è iniziata una guerra giudiziaria, portata avanti con decreti ingiuntivi e denunce. Il pomo della discordia che ha dato inizio al conflitto è la somma di 20mila euro che Piccoli avrebbe prestato alla Tinelli durante la loro storia d’amore, con un assegno di 5mila euro e un bonifico di 15mila, che una volta cessati i rapporti ha chiesto gli venisse restituita. Per ottenere l’importo il manager ha intrapreso il recupero giudiziale del suo credito mediante decreto ingiuntivo. Una mossa che avrebbe indispettito Jessie Diamond a tal punto che la deejay avrebbe mandato all’ex fidanzato numerosi messaggi di posta elettronica dicendogli che se non avesse rinunciato a notificarle il decreto ingiuntivo, che Piccoli le aveva preannunciato, lei lo avrebbe denunciato per stalking. Non solo, lo ha minacciato di inviare alla sua nuova compagna particolari intimi del loro rapporto, oltre a farlo riempire di botte. «Andrai a finire molto male, io non ho pietà e nulla da perdere», gli scriveva. E, ancora: «Tiro fuori le foto che mi hai mandato di te nudo». «Mi voglio divertire a rovinarti e guadagnarci», avrebbe messo nero su bianco la sexy dj. Una condotta che «costringeva il Piccoli a ritirare il decreto ingiuntivo in data 7/01/2014», si legge nel capo d’imputazione, e con il quale la donna si procurava «un ingiusto profitto ai danni della persona offesa». Il manager, però, ha sporto denuncia, tanto che la Tinelli è finita a processo per estorsione davanti al Tribunale in composizione monocratica.

L’indagine a Parma

Il procedimento penale a suo carico, però, potrebbe non avere un prosieguo, poiché Fabrizio Piccoli martedì scorso (presente in aula) ha rimesso la querela ai danni della ex fidanzata. Resta salva, però, la possibilità per il giudice di riqualificare il reato in uno procedibile d’ufficio. I legali di entrambe le parti coinvolte hanno chiesto al giudice un rinvio nell’attesa di capire quali saranno gli sviluppi delle indagini pendenti a Parma a carico del manager. Infatti la deejay, alla fine, ha mantenuto la promessa e ha denunciato il suo ex per stalking, e la Procura della città emiliana sta attualmente indagando. La vicenda, anche in questo caso potrebbe avere l’esito avuto a Roma: la deejay, che in questi mesi sta continuando a suonare ad eventi esclusivi la sua musica house, dance ed elettronica, potrebbe decidere di rimettere la querela e dunque ci sarebbe la possibilità di una conciliazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA