Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Vota Antonia», a Roma spunta il candidato fake

«Vota Antonia», a Roma spunta il candidato fake
2 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Giugno 2016, 12:35 - Ultimo aggiornamento: 16:41
«Oggi Roma, domani il mondo». Con queste intenzioni e al grido di «Votantonia! Votantonia!», compare una nuova candidata per la corsa al Campidoglio: Antonia Colasante. La differenza con tutti gli altri che puntano davvero a governare la Capitale è l'essere dichiaratamente un fake, un falso, ma mascherato da verosimile. E così via al sito «ufficiale» www.votantonia.it, con tanto di logo della candidata - un cornetto stilizzato ricavato sulla pianta di Roma - e campagna social a tamburo battente. A una prima occhiata, le foto di Antonia sorridente su slogan fin troppo pop fanno credere che la candidatura sia vera. «Vuoi aiutarmi? Segnati il mio Iban»; «Niente ballottaggi, io ballo da sola»; «Pizza, mortazza, Roma: Un Candidato che ti viene incontro all'ora di pranzo».
Ma chi è Antonia Colasante? Nella vita reale, si occupa di comunicazione e media e, assieme alla collega Valentina Cinelli con la quale ha ideato la campagna, sa quali corde toccare per rendersi credibile. Nonostante chiarisca da subito su sito e profili social che la sua non è una campagna elettorale reale, la gente ci crede. Capisce quello che scrive, si rivede in lei. E sarebbe disposta a votarla. Se solo si presentasse davvero...
© RIPRODUZIONE RISERVATA