Turchia, la Farnesina ai turisti italiani: «Non uscite dalle abitazioni»

Turchia, la Farnesina ai turisti italiani: «Non uscite dalle abitazioni»
2 Minuti di Lettura
Sabato 16 Luglio 2016, 00:44 - Ultimo aggiornamento: 01:20

ROMA - Così come hanno fatto altri Paesi, anche l'Italia ha raccomandato prudenza ai connazionali presenti sul territorio della Turchia, alle prese con un colpo di Stato militare. Il ministero degli Esteri ha diffuso un messaggio informando dell'attivazione dell'Unità di Crisi al numero +39 06 36225, in contatto con l'Ambasciata ad Ankara. Sono stati invitati i connazionali presenti nel Paese a non lasciare le proprie abitazioni. Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, attraverso un tweet ha detto di seguire l'evolversi iniziativa militare attraverso l'ambasciata. "L'Unità di crisi contatta connazionali invitandoli a restare in casa" ha aggiunto. Lo stesso identico messaggio è arrivato dal ministro della Difesa italiano, Roberta Pinotti.

LE INDICAZIONI - La Farnesina ha postato sul suo account Twitter i numeri che gli italiani in Turchia possono usare in caso di emergenza. L'ambasciata d'Italia ad Ankara +90 5323748177, +90 5340743363; il Consolato a Istanbul +905554585844. Per le ultime notizie invece si consiglia di consultare il sito http://www.viaggiaresicuri.it/paesi/dettaglio/turchia.html «In relazione alla situazione in atto in Turchia, ove si registrano ripetute sparatorie sul Bosforo e ad Ankara - è scritto sul sito - si raccomanda ai connazionali di evitare gli spostamenti e di attendere lo sviluppo degli eventi tenendosi informati sui media locali e internazionali».
 

 


LA PAURA - A complicare le cose il silenzio imposto dal blocco dei social network e, in generale, le difficoltà di comunicazione. 

I NUMERI - Proprio qualche giorno fa era stato diffuso un report sulla presenza di turisti italiani in Turchia, con un crollo verticale dovuto alla paura attentati: un calo del 56,2%, a quota 20.289 visitatori. I dati confrontano maggio 2016 con lo stesso mese del 2015. Secondo i dati aggiornati al censimento 2012, invece, sono circa 4 mila gli italiani residenti in Turchia, in larga parte nella zona di Istanbul. 

L'Alto rappresentante per la politica Estera Ue Federica Mogherini lancia un appello alla «moderazione e al rispetto per le istituzioni democratiche» a seguito del tentativo di colpo di stato in atto in Turchia. Attraverso Twitter, Mogherini, che si trova in Mongolia, riferisce di essere in «costante contatto» con la delegazione Ue ad Ankara e con Bruxelles.

© RIPRODUZIONE RISERVATA