Calais, maxi rissa tra migranti: 13 feriti, 4 sono gravi

Giovedì 1 Febbraio 2018
15
Tredici feriti a Calais, nel nord della Francia, durante una violenta rissa tra migranti. Il ministro dell'Interno, Gérard Collomb, annuncia che si recherà sul posto già da stasera. La rissa, che ha opposto afghani ed eritrei, è scoppiata intorno alle 15. Fonti di polizia parlano di 13 feriti di cui quattro colpiti con arma da fuoco in condizioni gravi, «tra la vita e la morte». I fatti si sono svolti durante la distribuzione di pasti pronti. La rissa avrebbe coinvolto un centinaio di migranti. Per motivi ancora ignoti, scrive L'Express, «un centinaio di migranti armati di bastoni e pietre» hanno cominciato a picchiarsi pesantemente. Non chiara la provenienza dei colpi d'arma da fuoco. Secondo La Voix du Nord, il più grave, 30 anni, ha ricevuto un colpo alla testa. In mattinata la polizia aveva proceduto a uno sgombero non lontano dalla zona della rissa. Il ministro dell'Interno, Gérard Collomb, annuncia che si recherà sul posto già da stasera «per fare il punto della situazione con il prefetto, il sindaco e gli esponenti locali. Incontrerò le nostre forze di sicurezza e di soccorso mobilitate in condizioni particolarmente difficili», precisa su Twitter. Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio, 23:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Under 15, l’approccio in disco benedetto dal like dell’amica

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma