Arabia Saudita, licenziato il ministro del petrolio: al suo posto il presidente di una compagnia petrolifera

Sabato 7 Maggio 2016
2
L'Arabia Saudita ha licenziato il ministro del petrolio del Regno - Ali al-Naimi, in carica dal 1995 - nell'ambito di un ampio rimpasto di governo, nominando al suo posto il ministro della Sanità e presidente della compagnia petrolifera Aramco, Khaled al-Falih.

Oltre al ministro del petrolio, re Salman ha sostituito con decreti reali anche i ministri dell'Energia, dell'Acqua, dei Trasporti, del Commercio, degli Affari sociali, della Salute e del Pellegrinaggio. Inoltre, il re ha creato una nuova commissione per lo svago e la cultura, scrive al Arabiya. Ali al-Naimi era da tempo un pilastro della politica petrolifera dell'Arabia saudita e prima di prendere la guida del ministero era il presidente della Aramco. Il maxi rimpasto si inserisce nel piano di profonde riforme volte a ravvivare un'economia indebolita dal crollo dei prezzi del greggio.
Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 14:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti