Lodi. Ristoratore uccide ladro, l'assessore: «Nessuna pietà per il morto»

Venerdì 10 Marzo 2017
20

«Si applichi senza indugi il "modello-Corazzo". La Giustizia faccia rapidamente il suo corso e archivi il caso, con la motivazione della legittima difesa, il titolare del locale». Lo dice Viviana Beccalossi, assessore al Territorio e Città Metropolitana e dirigente nazionale di Fratelli d'Italia, commentando quanto accaduto nel lodigiano dove il titolare di un ristorante-bar ha sparato a una banda di delinquenti che avevano fatto irruzione nel suo locale.

 

«Ho vissuto da vicino, per conoscenza diretta della vittima, la bruttissima storia di Rodolfo Corazzo, il gioielliere che, nella sua villa di Rodano, si è trovato nella stessa condizione. Mi vengono ancora i brividi - spiega Viviana Beccalossi - nel ricordare il racconto di quanto accaduto in quel caso. Dunque, la Giustizia percorra la stessa via: archiviazione perchè l'uomo ha sparato per difendere se stesso e la sua famiglia. Nessuna pietà, invece, per il bandito morto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA