MATTEO SALVINI

Salvini cambia format e accelera sul profilo internazionale

Venerdì 14 Febbraio 2020 di Mario Ajello
Salvini cambia format e accelera sul profilo internazionale
Nella Lega, ma anche fuori dal Carroccio, tutti si chiedono: Salvini fa sul serio, davvero comincia una svolta moderata, finalmente ascolta i saggi consigli di Giorgetti? Chissà. Ma dopo la scoppola in Emilia Romagna e dopo l’autorizzazione al processo sulla Gregoretti, Salvini sembra avere imboccato un percorso più ragionato e meno aggressivo rispetto a prima. E la sua strategia comincia dalla politica estera.

Punto primo: fedeltà all’Euro e all’Europa. E non ci sono Borghi o Bagnai che tengano e a proposito: la guida del dipartimento economico del partito Salvini la affiderà probabilmente non ai due pasaran anti Ue ma ai più moderati Guidesi e Garavaglia. Punto secondo: smarcarsi dalla compagnia della Le Pen e degli altri estremisti con cui la Lega fa gruppo in Europa e avvicinarsi ai Conservatori e riformisti che contano di più e in cui già c’è la Meloni. Ma potrebbero arrivare anche Orban e parte della Cdu tedesca che guarda a destra. E si tratterebbe di un super gruppo.

Punto terzo. Salvini andrà in tour in Germania, per accreditarsi come interlocutore delle forze di centro che già ragionano in chiave post Merkel e soprattutto Mita a presentarsi come un possibile premier autorevole e buon interlocutore dei tedeschi nel caso la crisi di governo italiana dovesse precipitare e si andasse in tempi brevi alle elezioni. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma