Sabrina Salerno testimoniale dei 50enni che si vaccinano, ma sui social scatta l'odio no vax

Sabrina Salerno
di Elena Filini
4 Minuti di Lettura
Martedì 11 Gennaio 2022, 09:16

PREGANZIOL (TREVISO) - Obbligo vaccinale per gli over cinquanta. «Completamente d'accordo». E Sabrina Salerno posta un'immagine dall'ex Maber, l'hub vaccinale di Villorba. È piaciuta a molti ma non a tutti la foto della show girl mentre riceveva la terza dose di vaccino. «Sì, in parecchi mi hanno insultata, ma vaccinarsi è un dovere civico. Io sono una convinta pro-vax perchè non vedo soluzioni alternative per uscire dalla pandemia». Non c'è solo il fatto innegabile (anche se incredibile, data la strepitosa forma fisica) che Sabrina Salerno sia una over cinquanta. C'è una consapevolezza che ha portato la cantante e ballerina ad aderire con convinzione alla campagna vaccinale. Nonostante gli strali no-vax piovuti sui suoi profili social.


Reazioni particolari?
«Ma no, sto benissimo. Non ho accusato alcun disturbo. Io sono un grandissima fifona, quindi mi pesa l'idea dell'iniezione, ma tutto è superabile».


Cosa risponde ai no-vax che l'hanno insultata pubblicamente?
«Stiamo vivendo una situazione delirante, c'è troppo odio. Ma devo dire che anche la campagna terroristica non mi è piaciuta. In ogni caso io ritengo sia un dovere sociale. Per me è impensabile non avere il vaccino. Con il mestiere che faccio poi...».


Come è iniziato l'anno da questo punto di vista?
«Male. Dovevo partire il 16 gennaio per l'Ungheria, ero attesa per un importantissimo evento tv con il ministro dello sport ed è stato cancellato tutto a causa del Covid».


Ma non c'è solo questo.
«No, in due anni ho perso 300 date. Contratti firmati, lavori all'estero, tutto sospeso a causa della pandemia. Ripenso spesso a quando eravamo chiusi in casa durante il lockdown duro. Tutti attendevamo il vaccino come una salvezza. Giusto farlo perchè dobbiamo cercare di uscire da una situazione che sta davvero alterando le nostre vite. Sono preoccupata».


Il fatto di postare sui suoi canali la foto dall'hub di Villorba che significato ha?
«Ho moltissimi followers e voglio che la mia posizione sia chiara. Lo considero anche un modo di diffondere buonsenso contro posizioni pericolose».


E gli haters?
«Cosa posso dire... mi dispiace leggere certe cose ma per me il vaccino dovrebbe essere reso obbligatorio».


Tema spinoso, se pensiamo che altre artiste, è il caso della sua amica Mietta sono scivolate su questo argomento.
«Approfitto per fare chiarezza, visto che Daniela (Mietta, ndr) è una delle mie migliori amiche. A Ballando lei si faceva un tampone ogni 48 ore, è sempre stata correttissima. Non è contraria al vaccino, ma ha avuto problemi di shock anafilattici da ragazza e soffre di attacchi di panico. Ora è coperta (ha avuto il Covid) ma appena uscirà dalla copertura farà anche lei il vaccino».


Lei se la prende un po' con la comunicazione.
«Sul Covid sono state sbagliate troppe cose secondo me. Ci hanno messo addosso il terrore, c'è una comunicazione pessima, si inasprisce troppo la dialettica. Ma è anche il segno di una profonda sofferenza. C'è una larga fetta di comunità che sta male a causa dei problemi di salute e dei problemi economici. Io vedo ancora un gennaio in sofferenza. Poi speriamo le cose migliorino».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA