Terra dei Fuochi, tornano gli incendi dei rifiuti: rogo davanti al campo nomadi

Sabato 2 Maggio 2020 di Elena Petruccelli
Terra dei Fuochi, tornano gli incendi dei rifiuti: rogo davanti al campo nomadi

La terra dei fuochi torna a bruciare. Le restrizioni dovute alla pandemia non hanno fermato la mano degli incendiari a Caivano. Meno di un'ora fa, un'alta coltre di fumo nero, torna a farla da padrona e a offuscare il paesaggio. La colonna, alta diverse decine di metri, è visibile fino ai comuni limitrofi e porta con sé insopportabili miasmi per la cittadinanza. 

LEGGI ANCHE Treni, assalto e boom di biglietti venduti per partire lunedì 4 maggio

Sul posto arrivano i vigili del fuoco, la 12b di Afragola. A bruciare è una zona adiacente al campo nomadi, coinvolti dal rogo sono alcune carcasse di frigoriferi, materiale di risulta e principalmente pneumatici. Su facebook, dalla pagina Volontari Antiroghi Acerra, viene segnalato il rogo. Nel post scrivono: «A seguito dell'ispezione di ieri sera, da parte della protezione civile e della polizia locale di Acerra, ci auguriamo che il sindaco di Acerra abbia contattato stamattina il Prefetto per poter mettere in campo  le azioni dovute per evitare che tutto ciò si ripeta ogni giorno».

Rifiuti più volte segnati dai volontari, e dagli addetti ai lavori. Una delle zone, tristemente note per l'incedere di roghi durante il periodo estivo. 

Ultimo aggiornamento: 15:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA