Covid vaccini, a Cuba usate due nuove versioni locali non ancora approvate per raggiungere l'immunità di gregge

Vaccini: Cuba, inoculati 2 farmaci contro il Covid non ancora completi di test clinici
2 Minuti di Lettura

Due vaccini prodotti localmente e non ancora completi di studi clinici vengono inoculati nella popolazione per raggiungere l'immunità di gregge. Cuba risponde così all'aumento dei casi di Covid-19.  La nazione insulare di 11,2 milioni di abitanti ha registrato ieri 1.207 nuovi casi giornalieri, quasi un record, mentre gli abitanti dell'Avana e di altre province hanno ricevuto la loro prima dose di Abdala, uno dei due vaccini candidati nelle prove di Fase II insieme al Soberana 2.

Il ministero della Salute ha detto di contare sull' approvazione di entrambi da parte dell'autorità farmaceutica entro giugno e al momento non si sono registrate reazioni negative importanti. Cuba ha dichiarato di voler vaccinare tutti gli abitanti entro l'anno, pur essendo rimasto relativamente indenne dalla pandemia di Covid-19, con oltre 119.000 casi segnalati e 768 decessi fino a oggi.

Quasi l'80% dei suoi vaccini viene prodotto localmente e Cuba sta lavorando a cinque vaccini candidati al coronavirus. Se uno di questi otterrà il via libera, sarà il primo vaccino contro il coronavirus sviluppato in America Latina.
 

Giovedì 13 Maggio 2021, 12:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA