Va a prendere la fidanzatina per portarla al cinema, il padre di lei imbraccia un fucile e li uccide

Va a prendere la fidanzatina per portarla al cinema, il padre di lei prende un fucile e li uccide
di Federica Macagnone
3 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Ottobre 2019, 19:54 - Ultimo aggiornamento: 21:23

Cosa lo abbia spinto ad aprire il fuoco non è dato saperlo. L'unica cosa certa è che ha premuto il grilletto, spezzando per sempre i sogni e il futuro di due ventenni, colpevoli di aver organizzato una serata tra ragazzi alla quale era stata invitata anche la figlia di quell'uomo che si è poi trasformato nel loro assassino. Manuel Quezada ha ucciso il fidanzato della figlia, Albert Thomas, 20 anni, e suo cugino Dajon Ross, 21 anni, che erano andati a prendere in auto la ragazza nella sua casa di Owasso, in Oklahoma.

Luca Sacchi ucciso per difendere la fidanzata durante uno scippo: colpo di pistola fatale, due italiani in fuga
Turiste uccise in Marocco, chiesta la pena di morte per i condannati: non succedeva dal 1993
 


I due ragazzi avevano organizzato una serata al cinema, ma quando sono arrivati all'abitazione della loro amica si sono ritrovati davanti a Quezada che ha fatto fuoco, uccidendo Thomas sul vialetto e Ross  che era ancora in macchina. L’uomo è stato arrestato per omicidio di primo grado. Anche sua moglie Angelica è finita in manette, ma non è ancora chiaro quale sia l’accusa contro di lei. Così come non è ancora chiaro da quanto tempo la ragazza frequentasse la vittima o se il padre lo avesse mai incontrato e se ci fossero stati degli screzi: tutti elementi che sono ora al vaglio degli investigatori. Amici e parenti delle due vittime hanno reso omaggio ai due ragazzi sui social media, mentre la madre di Albert ha lanciato una campagna su Facebook per raccogliere soldi per pagare i funerali.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA