Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Corea del nord lancia il super missile, «Vola a 6 mila chilometri, può arrivare negli Usa»

Si tratterebbe di uno dei razzi più potenti mai lanciati: precipitato a ridosso delle acque del Giappone

Corea del nord lancia il super missile, «Vola a 6 mila chilometri, può arrivare negli Usa»
di Flavio Pompetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Marzo 2022, 06:51 - Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 10:12

La Corea del Nord ha effettuato ieri il lancio sperimentale di un missile intercontinentale, il tredicesimo test balistico dall'inizio dell'anno, ma il primo di lungo raggio negli ultimi quattro anni. L'evento fa seguito al flop del 16 marzo, quando un simile tentativo si era concluso con un'esplosione nel cielo di Pyongyang a pochi secondi dal lancio.
È stato il capo degli Stati maggiori riuniti sudcoreano a rivelare che un «proiettile non identificato» si era alzato in cielo a nord del confine tra i due paesi, e che l'artiglieria aerea, marina e terrestre di Seul avevano risposto con un fuoco incrociato in direzione della base di lancio. L'altra conferma viene dal governo giapponese, il quale ha rilevato la caduta in mare del vettore al largo della costa orientale, fuori dalle acque territoriali, ma all'interno dei confini della zona di esclusivo interesse economico per il Giappone.
La provocazione di Kim Jong un, e la violazione delle promesse di moratoria fatta alla comunità internazionale per questa classe di missili, potrebbero essere motivate dal desiderio del dittatore di lanciare un monito nei confronti di Yoon Suk-yeol, il nuovo presidente eletto a Seul che si insedierà alla guida del paese a maggio, e che ha già annunciato rapporti più rigidi e una maggiore pressione nei confronti del regime di Pyongyang.

Corea del Nord, lanciato un «missile balistico» verso il mar del Giappone. Caduto dentro zona economica di Tokyo. E Seul lancia razzi da terra, mare e aria


EQUILIBRI A RISCHIO
Fonti di intelligence statunitense sospettano che il missile lanciato, così come in altri due test di recente esecuzione, facciano parte della classe Hwasong 17, i razzi intercontinentali di maggiore dimensione finora mostrati dalla Corea del Nord. Se il dettaglio fosse confermato, sarebbe destinato ad avere un grosso impatto nel dibattito sulla sicurezza nel nordest asiatico.
Il governo di Seul, ad esempio, potrebbe procedere con la richiesta già annunciata di voler acquistare dagli Usa il sistema antimissile Thaad, nonostante l'aperta opposizione di Pechino al progetto. Il lancio è avvenuto mentre i leader della Nato e dell'Europa giungevano a Bruxelles per il vertice di consultazione sulla guerra in Ucraina, come a voler rilanciare la minaccia che Kim intende estendere alla comunità globale.
I missili Hwasong sono stati mostrati per la prima volta nel corso di una parata militare nella capitale nordcoreana due anni fa. Sono vettori a due stadi lunghi 26 metri e hanno un diametro di 2,7 metri, per i quali si sospetta la capacità di raggiungere il territorio degli Stati Uniti sfuggendo ai sistemi difensivi, e di sganciare una pluralità di ordigni. La Casa Bianca ha condannato l'avventurismo di Pyongyang che viola risoluzioni dell'Onu e rischia di destabilizzare equilibri locali. Biden e il premier giapponese Fumio Kishida in margine alle consultazioni di Bruxelles si sono incontrati per discutere la provocazione militare che entrambi i leader condannano, e per la quale promettono di richiamare Kim alle sue responsabilità nei confronti della comunità internazionale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA