Saqqara, scoperta eccezionale: trovati 100 intatti sarcofagi, risalgono ad oltre 2.500 anni fa

Sabato 14 Novembre 2020 di Alix Amer
Saqqara, scoperta eccezionale: trovati 100 intatti sarcofagi, risalgono ad oltre 2.500 anni fa

Come al solito l’Egitto ci stupisce con i suoi segreti, siamo ancora a Saqqara, la terra dei tesori indefiniti, con una nuova scoperta archeologica straordinaria. Il Ministero del Turismo e delle Antichità ha annunciato i dettagli della più grande scoperta archeologica nel 2020 nell’area (magica) di Saqqara, in una conferenza stampa oggi, alla presenza di un gran numero di ambasciatori provenienti da tutto il mondo e di personaggi pubblici.

Egitto, bus elettrici per portare i turisti verso le Piramidi


Nello specifico si tratta di 100 sarcofagi faraonici risalenti alle due epoche, Tolomeo e Tardo Periodo, oltre a più di 40 statue con maschere e mummie dorate. Alcune delle scoperte saranno presto trasferite al Grande Museo Egizio accanto alle piramidi di Giza e al Museo della Civiltà nel centro del Cairo, il Museo Egizio di Tahrir in occasione del suo compleanno.

L'annuncio


Il ministro delle Antichità e del Turismo Khaled Al-Anani ha rivelato un nuovo museo col nome di New Capital Museum, che comprende i monumenti delle capitali dei governatorati dell’Egitto, e ha poi aggiunto: «Queste scoperte sono una grazia di Dio. Grande aiuto arriva anche dalla presenza di partner di tutti i paesi del mondo che partecipano alla ricerca e all’esplorazione con le autorità egiziane». E ha poi sottolineato che i giovani egiziani che lavorano sotto la guida di Zahi Hawass sono «il motivo e la forza» che hanno portato a raggiungere il 95% delle scoperte che sono state fatte di recente. Inoltre ha spiegato che questa nuova scoperta differisce da quella annunciata con 59 bare lo scorso 3 ottobre, che sono state tutte trasferite già al Gran Museo Egizio. 

 


«Saqqara comprende circa 13 piramidi, e la sua terra ha rivelato solo l’1% dei suoi segreti», ha confermato il ministro, sottolineando che Saqqara è una delle parti più importanti di Memphis, che si estende da Abu Rawash a nord a Dahshur a sud.
Da parte sua, Mustafa Waziri, segretario generale del Consiglio supremo delle antichità e capo della missione archeologica egiziana che lavora a Saqqara, ha confermato che sono in corso i lavori su una nuova scoperta archeologica nell’area, che è un laboratorio per la fabbricazione di vecchie bare di legno, e dovrebbe essere annunciata nel 2021.
«La scoperta è stata effettuata da mani egiziane, che sono riuscite a scoprire più di 100 bare in 3 pozzi. La terra della regione di Saqqara non ha rivelato tutti i suoi segreti, altre sorprese arriveranno nel tempo», ha aggiunto Waziri.
Il ministro Al-Anani, ha concluso dicendo che questa non sarà l’ultima grande scoperta nel 2020: «Ci sarà una nuova sorpresa, un’altra enorme scoperta nella regione di Saqqara sarà annunciata presto, forse a dicembre».

 

Ultimo aggiornamento: 16 Novembre, 11:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA