Guerra nucleare, report Usa: «L’esercito russo, anche se addestrato, non sarebbe in grado di sostenere una battaglia»

Le minacce di Mosca sarebbero solo uno strumento per creare confusione e incertezza.

Guerra in Ucraina, l esercito russo non sarebbe in grado di operare su un campo di battaglia nucleare, anche se equipaggiato e addestrato
di Giorgia Crolace
3 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Ottobre 2022, 12:32 - Ultimo aggiornamento: 13:12

Mentre il leader ceceno Ramzan Kadyrov, dopo il ritiro delle truppe russe da Lyman, nel Donetsk, critica nuovamente i comandi di Mosca sostenendo la necessità di ricorrere all’uso di “armi nucleari a basso potenziale”, gli esperti iniziano a domandarsi se l’esercito russo sia davvero in grado di portare avanti una guerra nucleare.

L’esercito russo è in grado di condurre una guerra nucleare?

Secondo gli esperti dell'Institute for the Study of War con sede a Washington, negli Stati Uniti: «L’esercito russo, nel suo stato attuale, è quasi certamente incapace di operare su un campo di battaglia nucleare anche se ha l'equipaggiamento necessario e ha storicamente addestrato le sue unità a farlo».

Come spiegano gli esperti, questo sarebbe dovuto anche al fatto che attualmente l’esercito russo è composto da un «caotico agglomerato di soldati esausti e riservisti mobilitati frettolosamente» che «non potrebbero funzionare in un ambiente nucleare». L'uso di armi nucleari tattiche russe renderebbe le aree impraticabili e, di conseguenza, impedirebbe l'avanzata russa.

La minaccia nucleare, nei giorni precedenti, era arrivata anche dall'ex presidente e primo ministro russo Dmitry Medvedev, attuale vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Russia, secondo il quale il Cremlino «ha il diritto di usare l'arma nucleare se lo riterrà necessario, in base alla dottrina nucleare» e «utilizzerà armi nucleari se essa o i suoi alleati verranno attaccati» o «se vi sarà una minaccia per l'esistenza della Russia».

Come riporta Business Insider, sono diversi però gli esperti e gli analisti che ritengono improbabile l’uso delle armi nucleari da parte della Russia. Un esperto ha inoltre evidenziato che le minacce di Mosca sono solo uno strumento per creare confusione e incertezza.

La risposta alle minacce di Putin

«Per essere chiari, chi decide è uno. Non ci sono controlli su Putin. Come ha preso la decisione irresponsabile di invadere l'Ucraina, potrebbe prenderne un'altra. In questo momento però non vedo nulla che mi faccia credere che abbia già preso una decisione del genere». Così, il capo del Pentagono, Lloyd Austin, ha commentato le minacce nucleari di Mosca nel corso di un’intervista rilasciata alla Cnn. Austin, inoltre, ha definito «una dichiarazione irresponsabile» le minacce di Putin di usare «ogni mezzo disponibile», aggiungendo: «Questo tintinnio della sciabola nucleare non è il tipo di cosa che ci aspetteremmo di sentire dai leader di grandi paesi con capacità atomiche».

Cosa succederebbe se Putin usasse le armi nucleari?

Di recente, anche il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan ha dichiarato: «Se la Russia oltrepasserà questa linea ci saranno conseguenze catastrofiche. Gli Stati Uniti risponderanno in modo decisivo. Ora, attraverso i canali privati, abbiamo spiegato in modo più dettagliato esattamente cosa significherebbe».

Guerra, diretta. Petraeus (ex Cia): «Se Mosca usa nucleare elimineremo i russi in Ucraina». Kadyrov manda i suoi tre figli minorenni al fronte

L’adesione di Kiev alla Nato

Intanto, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto l’adesione accelerata di Kiev alla Nato e in un video diffuso su Telegram ha specificato che l’Ucraina non negozierà con la Russia fino a quando Vladimir Putin ne sarà il presidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA