Ashley Judd choc: «Sono stata violentata e ho abortito per non condividere un bimbo con il mio stupratore»

Venerdì 12 Aprile 2019

«Ho abortito e sono grata di averlo potuto fare in maniera sicura. Non avrei mai potuto condividere il bambino con uno stupratore, che avrebnbe potuto far valere i propri diritti di paternità». Così l'attrice Ashley Judd alla conferenza "Women in the World Summit". Un racconto duro, senza censure, durante il quale ha dichiarato di essere stata stuprata tre volte e proprio a seguito di una di queste violenze era rimasta incinta e aveva deciso di abortire.
 

«La democrazia inizia sulla nostra pelle - ha aggiunto -  non dovrebbero esserci regole su ciò che si vuole fare con il proprio corpo». Judd è stata tra le prime accusatrici di Harvey Weinstein. Oggi sta portando avanti una richiesta di risarcimento danni per diffamazione e molestie nei confronti dell'ex produttore americano.

Ultimo aggiornamento: 20:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Romani pronti al rientro ma potrebbero ripensarci

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma