Graziato da Mattarella lo scorso anno, il Tribunale di Roma lo assolve dal reato di spaccio

Nicola Giuseppe Scomparin
1 Minuto di Lettura
Martedì 20 Novembre 2018, 19:03

Il tribunale di Roma ha assolto oggi dall'accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti Nicola Giuseppe Scomparin, graziato lo scorso anno dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo aver scontato sei anni di carcere in Thailandia per droga. Scomparin era stato trasferito in Italia nel 2012 nel carcere di Rebibbia. Nell'ottobre del 2016 gli vennero trovate in cella alcune pasticche di antidolorifico, utilizzato dai tossicodipendenti per contrastare i sintomi dell'astinenza. Per lui il pm aveva sollecitato una condanna a 3 anni e 8 mesi ma i giudici hanno sancito che quelle pasticche servivano per uso personale.

Nel 2006 Scomparin era stato condannato a 20 anni di carcere dai giudici thailandesi perché trovato in possesso di 32 grammi di eroina e 9 di marijuana. Trasferito in Italia ha ottenuto la grazia del Capo dello Stato nel giugno del 2017 in quanto la pena scontata in Thailandia «è notevolmente superiore a quella normalmente inflitta in Italia per fatti analoghi», aveva affermato in un comunicato il Quirinale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA