MALTEMPO

Maltempo, neve in mezza Italia. Le previsioni: sull'Italia altre 48 ore di pieno inverno

Martedì 24 Marzo 2020
Maltempo, mezza Italia si sveglia con la sorpresa neve: fiocchi di primavera

Dall'Umbria alla Puglia, dall'Abruzzo al Molise, questa mattina gran parte dell'Italia del Centro-Sud si è svegliata con una sorpresa: la neve. Fiocchi di primavera, non proprio inattesi stando alle previsioni ma che comunque fanno un certo effetto. Dopo giorni di temperature al di sopra della media, il brusco calo già da ieri quando la neve era arrivata in Basilicata: vento forte anche a Roma e un clima più invernale che primaverile. Da stamattina i social sono inondati di foto e commenti: «Un abbraccio a tutti quelli che hanno già fatto il cambio di stagione», uno dei commenti insieme al classico «chiudete le scuole», facendo riferimento al fatto che le scuole sono già chiuse per il coronavirus. Il record in Abruzzo con la minima di -13,8 gradi registrata a Campo Imperatore, imbiancato anche il capoluogo della regione L'Aquila. Neve anche a Foligno, Assisi, Nocera Umbra e Gualdo Tadino ma anche alcune zone di Perugia.

Meteo, nel week end arrivano maltempo e neve a bassa quota

E mercoledì e giovedì  è previsto l'arrivo della neve anche sull'Appennino. Guido Visconti, professore emerito dell'università dell'Aquila ed esperto di fisica dell'atmosfera, ci ricorda che un inverno simile a quello appena concluso in Abruzzo, con pochissime precipitazioni e temperature relativamente miti, risale alla fine degli anni '50 del secolo scorso. «Ma è certo che la ripetizione abbastanza frequente di situazioni come l'attuale, con poche precipitazioni, è collegata al riscaldamento globale». «Il peggioramento delle condizioni meteo è atteso intorno a giovedì» spiega Visconti, quando «il freddo che arriva dai Balcani» farà scendere le temperature di circa 10 gradi rispetto a quelle della scorsa settimana. Si avranno quindi minime sotto lo zero e «la neve scenderà sui monti, circa 10-15 cm». Da venerdì, spiega Visconti, le temperature dovrebbero risalire e si avrà un fine settimana di pioggia che contribuirà a tranquillizzare sulle riserve idriche a disposizione della regione.
 

 
 

Le previsioni


Sull'Italia «altre 48 ore di pieno inverno caratterizzato da venti freddi dalla Russia con neve a quote molto basse, e a seguire vortice mediterraneo con maltempo, specie al Sud». Queste le previsioni del meteorologo di Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com. «Come nelle attese sono giunti sull'Italia i gelidi venti dalla Russia, che hanno fatto letteralmente crollare le temperature da Nord a Sud, ma in particolare lungo il versante adriatico, dove rovesci di neve si sono spinti a tratti persino fin sulle spiagge».

«Neve - rileva Ferrara in una nota - che ha interessato città come Pescara e Bari, oltre ovviamente che gran parte dell'entroterra di Marche, Abruzzo, Molise, Puglia; fiocchi bianchi si sono fatti vedere anche su Romagna, Umbria e reatino, mentre la Valpadana nella scorsa notte è scesa sottozero, su valori localmente anche di -4 o -5 gradi sui settori lungo il Po. Il tutto accompagnato da forti venti di Tramontana, Bora e Grecale».

«In particolare mercoledì ci attendiamo piogge e rovesci sparsi al Sud con neve inizialmente in collina ma con quota in rialzo. Qualche rovescio di neve in collina o a tratti ancora in pianura ancora sul medio versante Adriatico dalla Romagna all'Abruzzo, nonché sull' Appennino tosco-emiliano, umbro e laziale; fenomeni anche in Sardegna nevosi fin sotto i 700m. Aperture altrove ma con tendenza a qualche fenomeno entro sera a ridosso dei rilievi di Piemonte e Lombardia, nevoso a bassa quota», riferisce il meteorologo di 3bmeteo.com.

«Giovedì - dice Ferrara - si formerà un vortice mediterraneo sullo Ionio: ci attendiamo così condizioni di maltempo al Sud con piogge e temporali diffusi; precipitazioni sparse anche al Centro, ma con quota neve in progressivo rialzo. Nord ai margini con tendenza ad aumento delle nubi con deboli fenomeni nevosi a quote basse, più probabili su Emilia Romagna e basso Piemonte. Vortice che insisterà anche venerdì con ulteriori piogge e temporali al Sud e un marginale coinvolgimento del Centro, soprattutto tra Abruzzo e basso Lazio, il tutto accompagnato da venti sostenuti a rotazione ciclonica. Anche nel weekend ci attendiamo tempo spiccatamente variabile.

 

Ultimo aggiornamento: 20:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua