Zucchetti e Pedevilla: per una nuova ristorazione collettiva

Zucchetti e Pedevilla: per una nuova ristorazione collettiva
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 4 Maggio 2022, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 13 Maggio, 09:00

Il progetto HR Alliance che Zucchetti sta portando avanti con le eccellenze italiane si arricchisce di una nuova importante collaborazione: con Pedevilla infatti l’attenzione per i dipendenti si orienta verso una ristorazione collettiva di qualità

Dai recenti dati dell’ultimo Osservatorio Zucchetti HR risulta che il 56% del campione (composto da quasi mille aziende) ha introdotto, nel 2021, diverse iniziative per il benessere dei dipendenti (orario flessibile, piani di welfare, supporto psicologico). Questo valore raggiunge il 79% nelle grandi aziende.

Oggi il concetto legato alla ristorazione collettiva, presso le aziende più evolute, è notevolmente progredito. E Zucchetti condivide l’innovativo concetto proposto da Pedevilla che per le grandi aziende mette a disposizione non solo gli ‘ingredienti’ consueti della ristorazione ma anche la possibilità di progettare uno spazio flessibile in grado di accogliere i dipendenti durante il tempo dedicato ai pasti e alle altre fasi della giornata di lavoro (corner green, caffetterie, meeting point).

“Il progetto HR Alliances” -spiega Gianfranco Pezzolato, business development manager di Zucchetti”- “è un inedito modello di business che parte dall’obiettivo di migliorare la vita del dipendente mettendo a disposizione nuovi strumenti che leghino tecnologia digitale e servizi di qualità. Nel caso specifico, con Pedevilla abbiamo costruito un concept che risponde a ogni aspetto della ristorazione aziendale: dalla possibilità, mediante App Zucchetti, di prenotazione e pagamento, all’avere a disposizione, nel servizio di ristorazione aziendale curato da Pedevilla, materie prime di qualità in un contesto edilizio sostenibile dal punto di vista ambientale”.

“Quello che accomuna Pedevilla a Zucchetti” -dichiara Nicola Pedevilla, presidente dell’azienda, di seconda generazione dopo il padre Giuseppe – “è l’ottica well-being, che permea anche la nostra proposta in ogni aspetto: dalla ricerca dei prodotti alimentari a chilometro zero (per la quale collaboriamo con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, CN), alla progettazione di spazi della ristorazione che diventano luoghi di benessere e meeting point con la presenza di aree verdi ed arredi eco-sostenibili, ideati su misura per ogni cliente.

La qualità diventa un’arte e una precisa responsabilità. È con orgoglio infatti che possiamo dichiarare di esserci costituiti come Società Benefit, prima e unica nel settore, in Italia ed Europa, registrata alla camera del Commercio. La nostra visione d’insieme dunque comprende sia l’attenzione ai lavoratori (a partire dagli oltre 1.000 professionisti che collaborano con noi) che l’obiettivo di sostenibilità ambientale, nel rispetto degli animali e dell’ambiente”.

L'articolo Zucchetti e Pedevilla: per una nuova ristorazione collettiva proviene da WeWelfare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA