Lazio in campo all'Olimpico con la maglia anti-razzista: «We love football, we fight racism»

Domenica 25 Agosto 2013
La scritta anti-razzista sulle maglie della Lazio (foto A.Di Meo-Ansa)
ROMA - «We love football, we fight racism» (amiamo il calcio, combattiamo il razzismo). È questa la frase impressa, assieme a un logo raffigurante una mano nera e una bianca, sulle maglie con cui la Lazio ha deciso di scendere in campo, accompagnata dai bambini e dalle bambine delle comunità africane di Roma, nell'esordio casalingo in campionato con l'Udinese.



Con la curva Nord dell'Olimpico chiusa per un turno per i buu razzisti indirizzati ai giocatori della Juve durante la finale di Supercoppa, il club capitolino ha deciso di rispondere così alle accuse di razzismo rivolte alla propria tifoseria, facendo scegliere ai suoi stessi supporter (attraverso la propria pagina ufficiale su Facebook) lo slogan da indossare nella prima di campionato.



Prima del fischio d'inizio della partita con i friulani, c'è stato il tempo anche per festeggiare la Lazio primavera di Alberto Bollini che lo scorso anno ha vinto lo scudetto di categoria e che, nel giro di campo concesso loro stasera ha ricevuto l'applauso di un Olimpico in cui spicca la curva Nord vuota.



Gli abbonati del settore, impossibilitati ad assistere il match sostengono la propria squadra dal piazzale all'esterno dell'impianto. Il match è commentato invece su Lazio Style Channel da Robin M' Kondya, ex giocatore nato in Tanzania.

Ultimo aggiornamento: 22:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"Viaggio sul 44, l'autobus del diavolo"

di Pietro Piovani