Velletri, 4 cani abbandonati in strada su via Appia dentro una piccola gabbia metallica. Foto Luciano Sciurba

Dentro una piccola gabbia in ferro arrugginito, preparata in maniera rudimentale con del fil di ferro, ha ritrovato stipati, uno sopra all’altro, quattro cani di taglia medio-piccola, lasciati abbandonati di fronte al cancello di casa sua, peraltro sede di una nota Associazione animalista, proprio a pochi centimetri dalla statale Appia, tra Velletri e Genzano. “Uscendo con mio figlio da lontano abbiamo intravisto qualcosa – racconta una volontaria animalista Roxana  Grasso, e abbiamo pensato fosse spazzatura spostata dal vento. Avvicinandoci abbiamo invece capito quanto di brutale fosse accaduto e stentavamo a credere ai nostri occhi, 4 cani di taglia media piccola chiusi in una piccola gabbia metallica gettati sulla via Appia. Ignobile che qualcuno possa averli chiusi li dentro e abbandonati per strada, sotto la pioggia, davanti alla sede della nostra Associazione animalista. Purtroppo noi siamo pieni e non abbiamo più posto neppure per un topolino. Per questo abbiamo chiamato la Polizia Locale, e gli agenti, una volta arrivati, hanno ammesso di non aver mai visto nulla di simile. Poco dopo sono arrivate due veterinarie della Asl Rm 6, che hanno allertato il camion adibito al trasporto animali. Noi, nel frattempo, abbiamo preso una coperta che li coprisse dal freddo ed un ombrello per non farli bagnare.  In serata sono stati portati al canile sanitario di Velletri, dove sono stati curati e rifocillati. Struttura anche quella che però non ha più posti per ospitarli e il rischio è che finiranno in un canile lager. Mi auguro allora che ci sia qualcuno disposti ad adottarli. Si tratta senza dubbio di cagnolini che vivevano in una casa, conclude la volontaria dei Castelli Romani, perchè sono tenuti relativamente bene, ma per farli entrare nel camion li hanno dovuti alzare con le corde, visto che per la paura non si facevano avvicinare e non avevano nemmeno la forza di muoversi ”. Chi fosse interessato ad adottarli può rivolgersi al sito o al profilo del canile comunale di Velletri.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani