Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, primo hub vaccinazione di massa

foto

Sarà operativo da lunedì 22 febbraio il primo Centro per la vaccinazione di massa allestito dalla Difesa nella cittadella militare della Cecchignola, a Roma. La struttura, inizialmente accessibile per le somministrazioni al personale militare, sarà successivamente aperta anche alla cittadinanza, non appena ci sarà il via alla campagna vaccinale di massa. Nell'hub sarà possibile effettuare fino a 2500 vaccini al giorno con 40 medici e 70 infermieri delle Forze Armate e dell'Azienda Sanitaria Locale. Il Centro comprende anche soluzioni per le persone con disabilità o con mobilità ridotta che avranno spazi e corsie dedicate. La struttura è allestita con moduli dedicati alle fasi di pre e post vaccinazione e dotato di 2 emergency room, prevede due distinti settori: il primo, su struttura prefabbricata, riservato agli ultraottantenni e persone con difficoltà motorie; il secondo, su tensostruttura, dedicato al resto della cittadinanza. Nell'area sarà disponibile anche un'area parcheggio interna per circa 240 autovetture. Il Centro lavorerà in stretta collaborazione con la ASL Roma 2 e l'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive «Spallanzani», secondo i criteri stabiliti dal Ministero della Salute, contribuendo così a completare il piano sanitario regionale. Allestito in sole 3 settimane di lavoro dal Comando Logistico dell'Esercito con il contributo del 6ø Reggimento Genio, del Reparto Operativo del Genio Infrastrutturale (ROGI), dell'8ø Reggimento Trasporti «Casilina» e del 44§ Battaglione di sostegno TLC «Penne», il Presidio sarà operativo tutti i giorni su due turni di 6 ore (dalle 07:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 20:00h) e vedrà impiegati oltre a medici e infermieri, anche personale militare e civile dedicato alla gestione amministrativa e alla sicurezza.