Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Iran, proteste per la morte di Mahsa: 9 morti negli scontri con la polizia. Le donne bruciano gli hijab

foto

Iran, si aggrava il bilancio delle vittime degli scontri tra i manifestanti scesi in piazza per protestare contro la morte di Mahsa Amini e gli agenti della polizia impegnati a reprimere la protesta. Secondo un bilancio ufficiali i morti sono almeno nove, tra cui un ragazzo di 16 anni, ma per i manifestanti il numero reale delle vittime è più alto. Dai filmati che circolano sui social media si vedono agenti della polizia iraniana sparare contro i manifestanti.

Sono proprio le ferite d'arma da fuoco che sono risultate letali per il 16enne, come spiega la Bbc. Manifestazioni di protesta si tengono in particolare a Teheran e in una ventina di altre città iraniane, comprese quelle nel Kurdistan e in particolare a Saqez dove Amini era nata 22 anni fa. Qui le donne sono scese in piazza a capo scoperto, sventolando il velo islamico o bruciandolo. «No al velo, no al turbante, sì alla libertà e all'uguaglianza!», hanno intonato i manifestanti a Teheran.