Strage di elefanti in Sri Lanka, forse avvelenati per vendetta: «Sconfinavano nei campi»

Almeno sette elefanti adulti, tra cui una femmina incinta, sono stati trovati morti negli ultimi giorni in diverse zone dello Sri Lanka. I corpi di tre di loro sono stati ritrovati in una riserva forestale nel centro del Paese, vicino al sito archeologico di Sigiriya. A dar notizia della strage è stato il dipartimento della fauna selvatica della Provincia, che ha confermato che le ricerche di altri eventuali animali sono ancora in corso e che , a quanto accertato, i sette esemplari non presentavano segni di attacchi da parte di predatori né ferite da arma da fuoco. Gli elefanti erano stesi su un fianco, come fossero addormentati. Il sospetto, perciò, è che siano stati avvelenati, probabilmente “per vendetta”, per aver sconfinato nel territorio occupato dai terreni coltivati dai contadini. Per averne certezza le autorità dello Sri Lanka hanno disposto un'autopsia sui corpi.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti