Maltempo, Matera allagata, le strade diventano fiumi di fango che invadono gli storici Sassi

Il maltempo sta creando ingenti danni nel Metapontino, in particolare a Matera, dove le strade dalla città sono diventate dei fiumi di fango che sono entrati dentro gli storici Sassi. Sull'area jonica l'allerta di protezione civile era rossa per rischio idraulico e idrogeologico. In tutti i Comuni le scuole sono rimaste chiuse e sono stati allertati i centri operativi comunali (Coc). Ancora presto per la conta dei danni, sono in corso gli interventi di rimozione dei numerosi alberi caduti sulle strade interne della zona e di tendoni utilizzati nei campi agricoli.

Meteo, Italia nell'occhio del ciclone: scuole chiuse al Sud e acqua alta a Venezia
 
A Policoro per tutti coloro che versano in condizioni di disagio la Caritas offrirà i pasti per la giornata di oggi preso la mensa Buon Pastore. Acquedotto Lucano, inoltre, ha comunicato che le forti piogge hanno causato «l'intorbidimento della sorgente del Frida e la conseguente riduzione delle portate idriche». Pertanto, nel corso della giornata potrebbero verificarsi cali di pressione o la sospensione dell'erogazione idrica in vari Comuni della provincia di Matera (Craco, Pisticci, Ferrandina, Miglionico, Colobraro, Valsinni, Tursi, Montalbano Jonico). Pure la Coldiretti segnala situazioni particolarmente problematiche per le coltivazioni agricole dell'area del Metapontino.

 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti