Vendite diffuse sull'azionario europeo

Lunedì 26 Ottobre 2020

(Teleborsa) - Proseguono al ribasso le principali borse europee, con l'evoluzione dei contagi da Covid-19 al centro delle attenzioni degli operatori. Sul sentiment degli investitori pesano i timori sui contraccolpi all'economia dai nuovi lockdown, mentre si guarda alle trattative al Congresso americano per l'approvazione del piano di stimolo.

Sul mercato valutari, sessione debole per l'Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,43%. Nessuna variazione significativa per l'oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.898,5 dollari l'oncia. Forte riduzione del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-2,61%), che ha toccato 38,81 dollari per barile, vista la prospettiva di una domanda in contrazione a causa dei lockdown.

In deciso ribasso lo spread, che si posiziona a +127 punti base, con un forte calo di 7 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona allo 0,69%.

Nello scenario borsistico europeo seduta drammatica per Francoforte, che crolla del 2,01%, senza slancio Londra, che negozia con un -0,02%. Tentenna Parigi, che cede lo 0,40%. A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-0,77%) e si attesta su 19.136 punti; sulla stessa linea, giornata negativa per il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 20.885 punti, in calo dello 0,79%.

Telecomunicazioni (+0,95%) e sanitario (+0,41%) in buona luce sul listino milanese.

Tra i più negativi della lista di Piazza Affari, troviamo i comparti beni per la casa (-1,93%), materie prime (-1,57%) e viaggi e intrattenimento (-1,30%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, incandescente Fiat Chrysler, che vanta un incisivo incremento del 2,07%.

Tonica DiaSorin che evidenzia un bel vantaggio dell'1,70%.

In luce Inwit, con un ampio progresso dell'1,26%.

Bilancio positivo per Telecom Italia, che vanta un progresso dello 0,88%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Nexi, che ottiene -2,85%.

Sensibili perdite per Moncler, in calo del 2,47%.

In apnea Buzzi Unicem, che arretra del 2,08%.

Tonfo di Ferrari, che mostra una caduta del 2,02%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Banca Popolare di Sondrio (+1,73%), Saras (+1,28%), Credito Valtellinese (+1,09%) e Carel Industries (+0,95%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Garofalo Health Care, che continua la seduta con -2,71%.

Lettera su Danieli, che registra un importante calo del 2,67%.

Affonda ERG, con un ribasso del 2,50%.

Crolla Sanlorenzo, con una flessione del 2,29%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA