Recovery Fund, von der Leyen e Merkel accelerano

Giovedì 2 Luglio 2020
(Teleborsa) - Il futuro dell'UE passa anche e soprattutto dalla risposta, compatta e corale, che arriverà nei prossimi giorni: riflettori puntati sul vertice di Bruxelles del prossimo 17-18 luglio quando si discuterà del bilancio pluriennale UE e di Recovery Fund che viaggiano sullo stesso binario.

"La proposta della Commissione UE non si propone soltanto il superamento della crisi, ma mette a fuoco anche i compiti del futuro dell'UE, come la protezione del clima, il green deal, la questione della digitalizzazione, e la tenuta della società". Lo ha detto Angela Merkel in una video-conferenza stampa con la Presidente della Commissione UE, Ursula von der Leyen. Merkel ha ribadito che "l'Europa si trova nella situazione più difficile della sua storia". "Il virus non è scomparso - ha detto a proposito della pandemia -. Abbiamo imparato meglio a conviverci, ma con delle restrizioni".

Il tempo stringe e le incognite sono ancora tante. Troppe. E la Cancelliera sa bene che serve una risposta all'altezza della crisi "poderosa" che stiamo vivendo. "Deve esserci comunque per questa estate un accordo, non so immaginare un'altra variante", ha detto sottolineando che volerà a Bruxelles il 17 luglio per arrivare a un accordo a luglio, "ma se non ci sarà dobbiamo continuare a lavorare"

Sulla stessa linea anche la Presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen che ha ribadito ancora una volta che "una crisi senza precedenti richiede una risposta senza precedenti e quello che mi rende ottimista è che nel Consiglio vediamo che ci sta piena unanimità sulla necessità di una risposta senza precedenti" e che, in generale, c'è supporto sulla configurazione della proposta della Commissione europea con il piano Next Generation Eu.

"C'è completa unanimità sull'approccio che vogliamo cogliere questa opportunità con Next Generation Eu per investire nel modernizzare il mercato unico - ha rilevato ancora - sulla digitalizzazione" e la svolta green. "Ovviamente ci saranno tanti dettagli da negoziare, non si discute, ma questo è normale" in queste trattative, ha concluso Von der Leyen.

Bisogna fare bene e in fretta perchè "ogni giorno che perdiamo ci saranno persone che perderanno il lavoro e imprese che chiuderanno. Ogni singolo giorno conta", ha sottolineato von der Leyen per la quale "I prossimi sei mesi saranno determinanti per il futuro dell'Unione europea, non solo dobbiamo forgiare un accordo su Next generation Eu nel Consiglio, ma dovremo anche assicurare che questo pacchetto sia approvato dal Parlamento UE e ratificato dai parlamenti nazionali quindi accettiamo questa pressione".

Infine un chiarimento sui fondi del piano UE. "Non vogliamo prendere di mira nessuno", ma "vogliamo che nel caso in cui i fondi non siano usati in modo appropriato ci sia un meccanismo che assicuri che possiamo prevenirlo e possiamo interrompere questa situazione", ha concluso von der Leyen.

© RIPRODUZIONE RISERVATA