Mercati in stand-by. Tonica Piazza Affari

Lunedì 17 Giugno 2019
(Teleborsa) - Giornata all'insegna della cautela per i listini azionari europei con gli investitori prudenti in vista dell'appuntamento clou della settimana: la riunione di politica monetaria della Federal Reserve, mentre riflettono sul rallentamento della produzione industriale cinese, a maggio. Ottima invece la performance di Piazza Affari, che prende un largo vantaggio rispetto al resto d'Europa.

Sul mercato dei cambi, sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,122. Seduta in frazionale ribasso per l'oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,52%. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 52,3 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a +256 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,31%.

Tra i listini europei senza spunti Francoforte che lima lo 0,02%. Poco mossa Londra +0,15%. Trascurata Parigi che resta incollata sui livelli della vigilia. Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,37%.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori automotive (+0,94%), beni per la casa (+0,91%) e servizi finanziari (+0,78%).

In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto immobiliare, che riporta una flessione di -0,46%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, brilla Banco BPM, con un forte incremento (+2,03%) che lo scorso venerdì ha concluso con successo il collocamento di un bond senior preferred unsecured per un ammontare di 500 milioni e con scadenza a cinque anni. L'operazione ha visto una buona domanda sia dall'Italia sia dall'estero con un totale di circa 90 investitori coinvolti.

Denaro su Azimut, che registra un rialzo dell'1,38%.

Bilancio decisamente positivo per Fiat Chrysler, che vanta un progresso dell'1,33% e guarda alla riapertura dei colloqui con la francese Renault propedeutici alla potenziale fusione tra i due gruppi automobilistici.

Nel lusso, buona performance per Ferragamo, che cresce dell'1,28%.

Giù, invece, alcuni difensivi come Snam -0,78%. Giornata fiacca per Juventus (-0,75%) che ha ufficializzato l'ingaggio di Sarri quale nuovo allenatore.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Fincantieri (+3,01%), Tinexta (+2,82%), ASTM (+1,98%) e Cattolica Assicurazioni (+1,84%).
Le più forti vendite, invece, si manifestano su IGD, che prosegue le contrattazioni a -1%. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma