Huawei, gli USA concedono 90 giorni al colosso cinese

Lunedì 19 Agosto 2019
Il segretario al Commercio americano Wilbur Ross ha annunciato l'estensione di 90 giorni della 'Temporary general license' a vantaggio di Huawei. In questo modo l'azienda avrà fino al 19 novembre per continuare ad acquistare componenti e software realizzati da aziende statunitensi.

Dopo che l'amministrazione Trump aveva inserito il colosso cinese nella black list, insieme ad altre quattro società cinesi, aveva permesso l'acquisto dei materiali per le reti di telecomunicazioni fino al 19 agosto. Con la notizia di questo spostamento di scadenze, i mercati auspicano che il Presidente Donald Trump e il Presidente cinese Xi Jinping discutano di Huawei a breve.

"L'estensione della Licenza Generale Temporanea non cambia il fatto che Huawei sia stata trattata in modo non equo", si legge in una nota di Huawei, che prosegue: "si oppone alla decisione del Dipartimento del Commercio Usa di aggiungere ulteriori 46 filiali alla cosiddetta Entity List. La decisione, in questo particolare momento, ha motivazioni politiche e non ha nulla a che vedere con la sicurezza nazionale. Tali azioni violano i principi di base della competizione sul libero mercato e non rispondono all'interesse di nessuno, neanche a quello delle aziende statunitensi". "La decisione odierna - conclude il colosso cinese - non avrà comunque un impatto sostanziale sul business di Huawei. L'azienda continuerà a focalizzarsi sullo sviluppo dei migliori prodotti possibili e a fornire un servizio eccellente ai clienti di tutto il mondo".


  Ultimo aggiornamento: 19:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

​Rifiuti e bus in tilt, trauma da ritorno dalle vacanze

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma