Embargo petrolio russo, Gentiloni fiducioso

Embargo petrolio russo, Gentiloni fiducioso
2 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Maggio 2022, 13:15

(Teleborsa) - "Abbiamo messo sul tavolo un graduale embargo del petrolio, che dovrebbe compiersi entro la fine di quest'anno. E sono fiducioso che, nonostante le difficoltà, arriveremo a confermare questa decisione". Lo ha detto Paolo Gentiloni, commissario agli Affari economici UE intervistato al Gr1 su Rai Radio1.

Allo stato, infatti, l'embargo totale dal petrolio russo da raggiungere da qui a 6-9 mesi come annunciato nei giorni scorsi dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, è un obiettivo non condiviso da diversi stati. Primi fra tutti Ungheria, Slovacchia e Bulgaria.

"E' la guerra che mette a rischio la nostra economia. Noi abbiamo deciso di rispondere a una guerra isolando economicamente l'aggressore. Questo ha un costo. Ma d'altra parte, l'alternativa avrebbe conseguenze incalcolabili. Ci sono le condizioni per evitare la prospettiva di una recessione. Tra queste, i grandi piani di investimento europei. Per noi il Recovery attuale cioè spendere 200 miliardi di euro in 4 anni è una sfida straordinaria. E' l'antidoto migliore per i rischi di recessione".

"E' importante ricordare - ha aggiunto - che grazie all'Unione europea noi abbiamo avuto 75 anni di pace. Paesi che si sono combattuti per un paio di secoli, lavorano insieme, assicurano sviluppo. Erano sei, sono diventati 27, ci sono molti che vogliono entrare. E' un modello per tutto il mondo".

Infine, uno sguardo in casa nostra. "Non voglio entrare nelle dinamiche politiche interne. Quello che certamente posso dire da Bruxelles è che la leadership di Mario Draghi è molto ascoltata ed è molto influente, quindi penso sia importante tenercela stretta", ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA