Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, nell'ultima settimana calo deciso dei ricoveri in ospedale

Covid, nell'ultima settimana calo deciso dei ricoveri in ospedale
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Agosto 2022, 15:45
(Teleborsa) - Calo netto dei ricoveri Covid nell'ultima settimana. È quanto è emerso dalle rilevazione negli ospedali aderenti alla rete sentinella della Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (Fiaso) che segnala che in area medica è stato registrato un -20% rispetto alla settimana precedente – dato simile per le terapie intensive che registrano il -22% – e un indice di occupazione stabile al 4,4%.

Deciso calo anche dei pazienti "con Covid", cioè quelli il cui ricovero è stato determinato da altre patologie ma che sono risultati positivi al tampone. Rappresentano comunque il 60% dei ricoverati nelle aree Covid degli ospedali oggetto della rilevazione. Oltre l'80% dei vaccinati presenti in area medica ha una età media di 76 anni e non si è sottoposto alla quarta dose. Nelle intensive l'età media scende a 73 anni e il 100% dei soggetti è affetto da altre patologie, ma anche tra questa fascia di popolazione fragile permane la sottovalutazione del rischio e la mancata somministrazione della dose booster, ha specificato la Fiaso.

In calo del 27% nell'ultima settimana i ricoveri Covid negli ospedali pediatrici e nei reparti di pediatria degli ospedali aderenti al network di Fiaso. Nessun bambino in terapia intensiva. La classe 0-4 anni è sempre la più colpita (76,5% dei ricoverati), i bambini sotto i sei mesi sono il 32,3% del totale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA