Coronavirus, Gruppo FS: termoscanner a Roma Termini e Tiburtina

Lunedì 6 Aprile 2020
(Teleborsa) - I termoscanner "sbarcano" anche nelle due principali stazioni ferroviarie di Roma, Termini e Tiburtina. Gli strumenti già da tempo utilizzati negli aeroporti per misurare la temperatura alle persone in arrivo al fine di prevenire l'allargarsi della pandemia di coronavirus, nelle prossime ore, con ogni probabilità dal primo mattino di mercoledì 7 aprile, cominceranno la loro opera di controllo sui passeggeri in arrivo nella Capitale. In realtà la sistemazione e la messa in opera degli "strumenti" di controllo della temperatura corporea anche nelle stazioni era in programma da tempo, ma la carenza di medici Asl perché impegnati in prima linea negli ospedali ne ha ritardato l'attuazione.

La situazione si è "sbloccata" grazie all'Omceo (Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Roma). "Domani si parte – ha annunciato alla stampa il Presidente dell'Omceo Roma, Antonio Magi – e ancora ieri ci siamo confrontati con la Protezione Civile per organizzare i dettagli sui turni dei nostri medici che si sono resi disponibili. Il nostro personale medico è pronto per presidiare la postazione di triage dove la procedura prevede, in caso venisse scoperta una persona con la febbre e potenzialmente a rischio, l'isolamento e il trasporto verso gli ospedali attrezzati. Le postazioni saranno organizzate anche con la presenza di medici donna per superare eventuali difficoltà nel caso si dovessero effettuare test appunto su donne di diverse fedi e religioni". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani