Coronavirus, cambia ancora modulo autocertificazione

Martedì 24 Marzo 2020
1
(Teleborsa) - Cambia ancora il modulo per l'autocertificazione che devono portare con sè i cittadini che intendono fare spostamenti, da esibire in caso di controllo. Lo prevede una circolare inviata ai Prefetti dal capo della Polizia, Franco Gabrielli, dopo il nuovo decreto del Presidente del Consiglio pubblicato in Gazzetta Ufficiale e contenente ulteriori misure contro la diffusione del Coronavirus.

Sono state introdotte, infatti, alcune novità rispetto all'ultima modifica del 17 marzo. Oltre a dichiarare di non essere sottoposto alla misura della quarantena e di non essere risultato positivo al covid-19, va ora indicato l'indirizzo da cui è iniziato lo spostamento e il luogo di destinazione.

Per quanto riguarda i motivi, restano le "comprovate esigenze lavorative", i "motivi di salute" e la "situazione di necessità", mentre la voce "assoluta urgenza" sostituisce quella del "rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza", in osservanza del dpcm del 22 marzo che vieta i trasferimenti da un Comune all'altro. Resta la "situazione di necessità" per spostamenti all'interno dello stesso comune, come previsto dai Dpcm dell'8 e del 9 marzo. In arrivo anche sanzioni più pesanti per i trasgressori.

Sarà possibile scaricare il nuovo modulo dal sito del Viminale, oppure, se non si è in possesso di una stampante a casa, si potrà anche ricopiare a mano. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani