BTP Italia va a ruba: dai risparmiatori richiesi quasi 3 miliardi in due giorni

Mercoledì 23 Ottobre 2019
(Teleborsa) - Il BTP Italia va ancora a ruba fra i risparmiatori: nei primi due giorni di offerta dedicati alla clientela retail sono stati richiesti quasi 3 miliardi di euro di titoli, mentre il terzo ed ultimo giorno di collocamento (sul mercato MOT), oggi, vedrà affacciarsi gli investitori istituzionali. Ci si attende di chiudere questo ultimo collocamento, il quindicesimo, con circa 4 miliardi di euro di raccolta.

Va ricordato che il titolo in scadenza nel 2027 indicizzato all'inflazione, con cedola minima dello 0,6%, ha registrato una partenza boom il primo giorno con quasi 2 miliardi di euro di domanda, mentre nella giornata di ieri le richieste arrivate hanno sfiorato il miliardo (991 milioni).

L'ottimo andamento di questa emissione, soprattutto se confrontata con la scarsa domanda giunta per la precedente, si spiega con il clima più disteso sui mercati finanziari e con la caduta dello Spread, legata all'impostazione filo europeista di questo governo ed allo scemare delle tensioni con Bruxelles.

Il rendimento minimo garantito dal BTP Italia (0,6%) risulta già prossimo al rendimento offerto da titoli della stessa scadenza sul mercato secondario (0,72%) che non sono neanche indicizzati all'inflazione. E dunque risulta molto conveniente per i risparmiatori.

Con questa emissione il Tesoro fa cassa, raggiungendo circa l'85% del funding previsto per il 2019.

(Foto: © gguy/123RF) Ultimo aggiornamento: 11:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma