Agroalimentare, semestre record per l'export del Made in Italy

Mercoledì 11 Settembre 2019
1
(Teleborsa) - Volano le esportazioni dell'agroalimentare nel 1° semestre del 2019, facendo registrare un valore record di 21,4 miliardi ed un balzo 5,5%. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati sul commercio estero dell'Istat.

A spingere la domanda estera del cibo Made in Italy è il boom fatto registrare per le esportazioni in USA dove si rileva un aumento del 11%, nonostante il clima di incertezza legato ai dazi minacciati dal presidente Trump contro una serie di prodotti europei. Buoni risultati anche in Europa con aumenti del 5% in Francia e del 2% in Germania e Gran Bretagna, nonostante la pressione della Brexit.

Il vino si classifica tra i prodotti alimentari Made in Italy più esportati con un valore di 3 miliardi nel semestre, in aumento del 3% rispetto allo scorso anno.

"Un trend - sottolinea l'associazione degli agricoltori - che evidenzia la capacità del settore alimentare tricolore di intercettare la nuova domanda globale di alta qualità e tipicità, che è tuttavia frenato dalla moltiplicazione delle imitazioni dei prodotti nazionali con il fenomeno del cosiddetto italian sounding che all'estero vale 100 miliardi di euro"

"Per rafforzare e tutelare la presenza del Made in Italy sui mercati internazionali è importante trovare le necessarie sinergie tra l'attività diplomatica all'estero e quella economica", afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma