Investimenti, riecco le matricole, da Eni R&R a Sisal la carica post virus

Investimenti, riecco le matricole, da Eni R&R a Sisal la carica post virus
di Roberta Amoruso
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Novembre 2021, 11:51 - Ultimo aggiornamento: 4 Novembre, 14:05

I profumi di Intercos rappresentano l’ultimo scatto di una stagione nuova, o almeno così si pensa, per le matricole sul mercato Euronext-Milano.

Oltre 1 miliardo di euro di capitalizzazione, dopo due false partenze nel 2014 e nel 2019, appena sbarcato in Piazza Affari, è solo un acconto della carica in arrivo. Almeno altre 10 le società che si affacceranno al listino nei prossimi mesi. Per esempio, c’è attesa a novembre per Ariston Thermo, il gruppo controllato dalla famiglia Merloni che ha in portafoglio marchi come Ariston, Chaffoteaux, Elco, Racold, Atag, NTI, Cuenod, Ecoflam e Thermowatt. Per creare un flottante tra il 25-30% si dovrebbe ricorrere a un collocamento riservato agli investitori istituzionali. Poi c’è Sisal, la società del gioco che gestisce il Lotto, il SuperEnalotto e i Gratta e Vinci. Il debutto potrebbe arrivare tra la fine del 2021 e il primo trimestre del 2022. E potrebbe essere seguito a ruota da quello della controllata Mooney, la divisione dei pagamenti nata da una costola di Sisal Pay. Più lontana nel tempo, nel 2022, è attesa l’Ipo di Eni Retail & Rinnovabili. Il gruppo del cane a sei zampe manterrà la partecipazione di maggioranza. E per quella che è considerata la più grande quotazione degli ultimi anni le valutazioni arrivano fino a 15 miliardi di euro. Motori accesi anche sull’Aim, il mercato dedicato alle società più piccole che accedono al listino in maniera semplificata da poco battezzato Euronext Growth Milan. A partire dalla società medicale, ovvero Medica, che punta a un mercato considerato promettente anche per Alfonsino, la start up del food delivery dei piccoli centri che in meno di cinque anni ha registrato una crescita record in 300 Comuni di dieci Regioni. Attesa a stretto giro anche Soluzione Tasse. La società nata da un’idea di Gianluca Massini Rosati nel 2016 per fornire consulenza fiscale (ma non solo) alle micro e piccole imprese italiane ha messo l’operazione in agenda sempre per novembre: una sfida per aprire due nuove sedi, a Roma e Padova, e sviluppare il proprio business anche attraverso acquisizioni. Richiesta di ammissione in prima fila anche per Racing Force, il gruppo attivo nel settore dei componenti di sicurezza per il motorsport. Ma è questione di giorni anche per Cofle, il gruppo che produce cavi e sistemi di controllo nel settore agricolo, delle macchine di movimentazione terra, dei veicoli commerciali e specializzata nella produzione di parti di ricambio nel settore automotive su scala globale. È fresca di annuncio anche Nice Footwear, l’azienda vicentina vocata alla produzione di scarpe sportive. Poi toccherà a M Symbol Group, con il marchio Matchless London. Zegna, Drs (Leonardo) e Ferretti puntano invece all’estero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA