Reviva: la start up che fa crescere il capitale sociale grazie alle donne

Giovedì 15 Aprile 2021
Reviva: la start up che fa crescere il capitale sociale grazie alle donne

Reviva premia le sue manager più virtuose con delle quote del suo capitale sociale. Tre dipendenti hanno maturato per i risultati conseguiti stock options per un valore complessivo di 15mila euro

Da marzo 2021 tre dipendenti di Reviva startup attiva nel settore fintech e real estate, sono diventate anche stockholder, ovvero socie della startup. I fondatori Ivano De Natale e Giulio Licenza, infatti, hanno deciso di destinare a ciascuna di loro una quota di partecipazione per un valore complessivo di 15mila euro così da permettergli di beneficiare dei risultati della startup in vista di una futura exit.

Una scelta che arriva sull’onda positiva che sta investendo in questo periodo Reviva che nell’ultimo anno, nonostante il periodo di incertezza economica che si sta attraversando, ha raddoppiato il team arrivato oggi a contare 18 persone. La startup ha inoltre appena concluso un aumento di capitale da 250mila euro, sottoscritto da business angel e investitori del mondo finanziario e immobiliare, e si appresta a lanciare una nuova raccolta della quale sono disponibili continui aggiornamenti nella sezione apposita del sito.

Sono segnali di una crescita importante per la startup specializzata nella vivacizzazione delle aste immobiliari che, grazie al suo metodo che unisce modelli di intelligenza artificiale e marketing esperienziale, riesce ad aumentare il numero di immobili venduti all’asta ed evitare la svalutazione dovuta alle numerose aste andate deserte. Si tratta di un momento positivo, seppur la crisi abbia fortemente investito anche il settore real estate e nello specifico delle aste immobiliari che, solo nel 2020, hanno registrato una perdita di 6,6 miliardi di euro a causa della loro sospensione in seguito alla lunga inattività dei tribunali dovuta dall’emergenza sanitaria.

Si tratta di una scelta, quella di condividere una parte del capitale della società con le tre virtuose dipendenti, che permetterà loro di prendere parte alla crescita del valore dell’azienda, a cui loro stesse hanno contribuito in modo incisivo e all’interno della quale oggi ricoprono importanti ruoli manageriali.

“I dati rilasciati recentemente dall’Istat riguardanti l’occupazione femminile e il gender pay gap sono estremamente preoccupanti, basti pensare che il 98% di chi ha perso il lavoro nel 2020 è donna. Personalmente credo che le donne, per le loro innate doti di comunicazione e di empatia incarnino oggi la figura del manager perfetto, capace di creare quell’ambiente di lavoro stimolante, inclusivo e formativo di cui hanno bisogno le imprese se vogliono fare innovazione” – spiega Ivano De Natale, co-founder e CEO di Reviva – “Sono certo che Reviva non sarebbe mai arrivata a raggiungere questi importanti traguardi se non ci fossero state proprio delle donne alla guida di alcune delle sue aree più strategiche”.

Beneficiarie delle stock options sono dunque tre manager che ricoprono ruoli nevralgici in Reviva. Paola Silva, presente fin dal “giorno 0” della startup, è la Responsabile della business unit Immobiliallasta.it, per il quale si occupa di gestire il processo di customer experience dei clienti interessati a ricevere supporto e assistenza nell’acquisto di un immobile all’asta.

“Ho conosciuto Ivano De Natale e Giulio Licenza nel 2017 proprio agli albori di questa avventura, iniziata con noi tre in un ufficio di pochi mq in un coworking in zona Darsena a Milano. Se guardo il cammino percorso finora, definirei questo premio come un grato riconoscimento di quanto è stato fatto. Vorrei però focalizzarmi sull’importanza del gesto da parte di Reviva, che dà spazio alla meritocrazia e alle donne. Siamo tre figure con un bagaglio esperienziale diverso, ma impegnate al 100% nella costruzione di questa grande realtà” afferma Paola Silva.

Martina Pellicanò è la Portfolio Coordinator e si occupa di coordinare le attività svolte dai vari team di Reviva sui portafogli di immobili in gestione, coordinandosi con le società che gestiscono gli NPL. “Tutto il team Reviva e soprattutto i due founder mi hanno da sempre sostenuta e incoraggiata a migliorare sia professionalmente che personalmente, portandomi a ricoprire oggi un ruolo di grande responsabilità all’interno del team. Essere diventata una stockholder mi ha fatto capire quanto io sia cresciuta e quanto ancora cresceremo insieme” afferma Martina Pellicanò.

Silvia Proverbio è la Responsabile e Coordinatrice della rete di vivacizzatori di Reviva, un network di 135 affiliati professionisti del real estate che si occupano di vivacizzare aste immobiliari su tutto il territorio nazionale per conto della startup. “In Reviva ho trovato un ambiente dove ho imparato tanto, mi sono messa in gioco mille volte e quest’anno, dopo il difficile periodo della pandemia che ha sospeso le aste per diversi mesi, davvero non mi aspettavo questo riconoscimento. Quando me l’hanno comunicato non potevo crederci, in quanto non è scontato che il lavoro ben svolto venga riconosciuto e, soprattutto, ricompensato” afferma Silvia Proverbio.

“È fondamentale che in Italia ci sia un deciso e concreto cambio di rotta all’interno delle imprese con maggior attenzione al tema della meritocrazia, indipendentemente da sesso o età. In questo le startup possono sicuramente farsi portavoce di una cultura aziendale incentrata su questi valori, che sia al livello delle migliori realtà mondiali, da tramandare alle future generazioni di imprenditori italiani” – conclude Ivano De Natale, CEO di Reviva.

L'articolo Reviva: la start up che fa crescere il capitale sociale grazie alle donne proviene da WeWelfare.

Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 18:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA