Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bambino in bicicletta falciato da un'auto pirata: caccia all'uomo

Bambino in bicicletta falciato da un'auto pirata: caccia all'uomo
di Tito Di Persio
3 Minuti di Lettura
Sabato 16 Aprile 2022, 07:58 - Ultimo aggiornamento: 15:37

 Automobilista non rispetta uno stop e fa cadere due bambini con la bici: uno finisce in ospedale con il polso rotto in due punti, un dente spaccato e diverse ferite. E' successo in via Puglie a Roseto verso le 15.30 di ieri. A dare la notizia è il papà su Fb. «Questo è il risultato di chi non si è fermata allo stop, - si legge nel post - e non si è fermato a soccorrere. Bastava fare lo stop come le persone civili per evitare tutto questo». Alla fine ringrazia il vicinato che è intervenuto per aiutare il figlio e sotto ha postato la sua foto del ragazzino di 11 anni con il braccio ingessato e le escoriazioni sul viso.

Decine i commenti di condanna al comportamento del l'automobilista. Poi c'è anche chi scrive che in quella zona c'è uno specchio all'incrocio e molti automobilisti per guardare lo specchio non vedono lo stop e vanno dritti senza fermarsi. Raggiunto telefonicamente il papà ha raccontato che i suoi due figli e un loro amichetto, il più giovane di 10 anni e il più grande di 13, stavano andando in bici come tutti i pomeriggi attorno casa.

Un'auto di colore scuso - questo hanno raccontato i ragazzini - non ha fatto uno stop e il bimbo di dieci anni per non essere investito ha frenato di colpo la bicicletta, cadendo a terra. Suo figlio che era subito dietro, con la sua bici ha investito la bicicletta dell'amichetto, si è rovesciato su di essa, e per proteggersi il viso ha messo una mano in avanti e si è rotto il polso e l'avambraccio. Ma è riuscito ad evitare solo in parte l'impatto con il viso sull'asfalto perché si è spaccato anche un labbro, il dente e ha riportato diverse ferite al volto.

«E posso dire che siamo stati fortunati, perché è caduto al centro della strada. Se fosse caduto nella parte destra avrebbe sbattuto contro il marciapiede e le conseguenze sarebbero state più gravi», ha sottolineato il papà. Mentre l'altro figlio, che era l'ultimo della fila, è riuscito a fermarsi ed ha urlato per chiedere aiuto. Sul posto è intervenuto il 118. Il bimbo è stato portato al pronto soccorso del San Liberatore di Atri dove è stato medicato. Ieri il papà insieme al suo legale sono andati nella caserma dei carabinieri per sporgere denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA