Abusi sessuali su minorenni, suora in carcere: acconsentiva stupri da parte di ragazzi più grandi

Giovedì 22 Maggio 2014
Una suora polacca di 59 anni è stata condannata a 2 anni di reclusione e incarcerata con l'accusa di responsabiltà nelle violenze, anche sessuali, commesse nei confronti di minorenni di un centro di accoglienza per ragazzi problematici da loro compagni più grandi.



Secondo le testimonianze del processo, Bernadetta, questo il nome della religiosa, puniva le disobbedienze dei ragazzi rinchiudendo i più giovani con quelli più grandi senza badare alle violenze che questi ultimi perpetravano sui primi approfittando dell'isolamento. Sarebbero stati una ventina i casi provati dal 2005 al 2006.



Molti ragazzi del luogo, in seguito al trauma, si sarebbero rifugiati nell'uso di alcol e droghe. «Si tratta di una ferita profonda non solo per noi ma per l'intera chiesa» ha commentato Claret Krol, superiora della congregazione a cui appartiene Bernardetta. Per tre anni la religiosa condannata era riuscita a evitare il carcere a causa del suo stato di salute, fino a ieri, quando la polizia l'ha prelevata dall'istituto in cui viveva e trasferita in cella.
Ultimo aggiornamento: 23 Maggio, 14:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il basket in carrozzina rende giovani e tenaci

di Mimmo Ferretti