Bersani: Renzi governa con i miei voti. La replica: non ci faremo uccidere dalle polemiche

Nuovo capitolo nello scontro tra la sinistra dem e Matteo Renzi. Bersani ricorda polemicamente al premier di governare con i suoi voti e da quartier generale Pd arriva la replica: «Non ci faremo uccidere dalle polemiche»

«Sì, lo ammetto, mi sono arrabbiato molto, se mi toccano l'Ulivo... Se al corso di formazione politica vai a dire che la sinistra ha distrutto l'Ulivo, che abbiamo aiutato Berlusconi... Ricordo che il centrosinistra ha battuto tre volte Silvio Berlusconi e che, pochi o tanti voti che io abbia preso, Renzi sta comodamente governando con i voti che ho preso io. Non io Bersani, io centrosinistra». Lo dice Pier Luigi Bersani, al suo arrivo all'ultima giornata della kermesse di Sinistra riformista, dopo il botta e risposta di ieri con il presidente del Consiglio.

«Una nuova generazione sta provando a cambiare l'Italia e l'Europa. Non inseguiremo le polemiche di chi vorrebbe riportarci al tempo delle divisioni interne che hanno ucciso a morte i governi passati del centrosinistra», replicano i vicesegretari Pd Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani. «Quella parte della minoranza che polemizza sa dove trovarci, a lavorare in Parlamento, nelle città, in Europa, tra la gente per cambiare questo Paese, come stiamo facendo, insieme», affermano in una nota.

«Noi, noi tutti, come Partito Democratico siamo impegnati quotidianamente a cambiare l'Italia e a portare in Europa, in una Europa dove la sinistra stenta, la nostra novità come un valore aggiunto riconosciuto da tutti i nostri partner», sottolineano i vicesegretari del Pd Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani, in una nota congiunta. «L'azione di governo di cui noi siamo l'asse portante ha portato a risultati importanti, dal jobs act alla abolizione delle dimissioni in bianco, dalle riforme istituzionali a una legge elettorale che dà stabilità, dalla trasformazione della pubblica amministrazione alla buona scuola. Tutti ne siamo orgogliosi e convinti», affermano.

«Dopo tre anni di recessione il pil è tornato a crescere. Le tasse scendono, mentre aumenta il numero di quelli che trovano un lavoro a tempo indeterminato. Una nuova generazione sta provando a cambiare l'Italia e l'Europa. Non inseguiremo le polemiche ma continueremo a inseguire l'orizzonte di una politica aperta, trasparente, efficace, lungimirante», concludono.
Domenica 13 Marzo 2016 - Ultimo aggiornamento: 14-03-2016 20:48

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2016-03-13 17:26:13
A mio modesto parere sembra esattamente il contrario , da parte di Bersani, D' Alema e soci è iniziata una campagna in parte disonesta contro Renzi e il suo governo , evidentemente questi signori sentono le sedie traballare o magari Renzi va ad intaccare interessi che a D' Alema non stanno bene , resta il fatto che si è atteso la vigilia delle elezioni per riuscire a fare del male non solo a Renzi ma sopratutto al PD come la storia ci insegna cosi è sempre stato , Bersani non si rende conto che si contraddice da solo : prima dice che Renzi vuole uscire dal PD , poi dopo poche ore dice che Renzi vuole cacciare pezzi del partito .....Caro Bersani mi sembra che sei confuso .....o sbaglio ?
2016-03-13 18:27:32
Per me è una questione di poltrone di governo e di sottogoverno che la minoranza del PD non ha e cerca in tutti i modi di far cadere il governo Renzi, a cominciare del referendum di ottobre per poi affermare che la colpa è di Renzi.
2016-03-13 18:33:02
Ma, il signor D'Alema, e tutti gli altri della minoranza (Bersani, Speranza, Cuperlo etc. etc.), che criticano aspramente Renzi, soprattutto per l'imbarco dei verdiniani al senato, se lo ricorda come ha potuto varare il suo governo, al tempo, dopo le dimissioni di Prodi per lo sgambetto di Bertinotti ? Se lo ricorda ? Gliela rinfresco io la memoria !!! Lui ha potuto formare il governo perché aiutato con le stampelle di Kossiga, con i suoi quattro voti, se lo ricorda ? Che bel governo ? Allora adesso stia zitto, per favore, per favore !!!
2016-03-13 18:48:06
Egregio sig. Monti.Sul posizionamente D `Alema /Bersani contro Renzi. le cose si possono vedere anche diversamente come da lei scritto. IL PD è sempre stato un partito di sinistra,si ha l impressione che Renzi lo voglia partare verso il centro, e di questo la vecchia guardia, che è sempre presente e attiva, la pensa diversamente.Poi per essere sinceri Renzi Questo grande successo in questi 2 anni non li ha proprio avuti. E pensare che voleve concludere il tutto in 7 mesi. Dove ci troviamo oggi.Abbiamo una congiuntura talmente favorevole,guardando il prezzo del greggio, la svalutazione dell Euro e per non parlare poi della BCE, che butta in continuità miliardi di Euro sul mercato., e come detto dove si trova il nostro paese??? Qui a Francoforte si hanno certi dubbi sulla capacità del nostro premier di portare l Itallia ai livelli di 10 anni fa,il suo ottimismo esagerato non porta da nessuna parte.
2016-03-13 19:59:16
Il sig Renzi risponda a quanto ha dichiarato Bersani, ha proposito del fatto che Renzi, sta distruggendo la sanità pubblica, ha vantaggio di quella privata. La Serracchiani anzichè dichiarare "non ci faremo uccidere dalle polemiche", saranno gli Italiani che gli daranno il ben servito, quando tanti giovani non avranno più concorsi pubblici, quando tante persone si accorgeranno che per fare delle analisi, bisogna pagare anche la carta, quando le famiglie si accorgeranno di essere tra ladri e pregiudicati, visto che si sono fatte norme che per condanne sino a 5 anni di reclusione non si va in carcere e così via. E' poi Renzi ha il merito di mantenere in vita politica il suo grande maestro, il Berlusconi.
18
QUICKMAP