AMADEUS

Domenica In, Amadeus e Sanremo 2021. Fiorello “anticipa”: «Pronto per un festival Ter»

Domenica 28 Febbraio 2021
Amadeus e Fiorello

Amadeus e Fiorello si collegano in diretta dall'Ariston di Sanremo con Mara Venier a Domenica In. «Vi vedo belli carichi», spiega Mara e fa la battuta «tu resti con noi fino alle 15 - 15,30?» «No, no, devo andare ho molto da fare», spiega Amadeus ridendo e il riferimento è all'Inter che gioca proprio a quell'ora. Fiorello - anche lui interista - fa subito eco e spiega: «Ah, io devo provare tre tailleur».

 

Sanremo 2021, Amadeus e Fiorello in diretta dall'Ariston: la battuta su Mollica, il mitico inviato del TG1

 

Leggi anche > Sanremo 2021, altri due positivi al Festival: ballerina e tecnico Rai in quarantena

 

Fiorello poi scherzando afferma che Amadeus ha detto: «Sono pronto per un Sanremo ter, dicendo o lo faccio io o l'unica che può è Mara Venier» e la conduttrice anticipa: «La zia non può ha preso altri impegni e si sapranno molto presto», Amadeus chiarisce che non fa anticipazioni: «Meglio pensare a quello che succederà nei prossimi giorni». Parlando del copione Fiorello ribadisce dicendo che le gag non sono studiate: «abbiamo una griglia, ma non un copione. Amadeus conferma: «Ci conosciamo da 35 anni c'è una grande intesa e le cose vengono da sole».

 

Su come sarà il Festival Amadeus chiarisce: «La differenza nel Festival sarà solo nell'assenza del pubblico, per il resto sarà come sempre, sarà un Sanremo fatto di tante belle canzoni e tanto gioco e divertimento per regalare 5 serate spensierate in un momento così difficile. Sul palco sarà il solito Sanremo, certo il contesto è moto diverso». Poi Mara ricorda che insieme a lui sul palco, oltre a Fiorello ci sarà anche Achille Lauro e chiede perché lo ha voluto sul palco: «Io sono affascinato da tutto ciò che è nuovo e ha una personalità nella musica. Lui farà cinque quadri, sono cinque performance a cui lui sta lavorando da novembre, quando gli ho già parlato di quelle che erano le mie idee. Poi è un ragazzo simpaticissimo e sono molto felice che farà parte del team.

 

Sulla vita professionale Mara aggiunge: «Sei sempre stato una persona corretta e per bene, ma qual è l'approccio per questo secondo Festival?». Amadeus risponde: «Lo vivo sempre un po' come un sogno, io venivo da giovane a fare le interviste ai cantanti e non avevo accesso all'Ariston, li vedevo fuori dagli alberghi. Quando l'anno scorso mi hanno chiamato a condurlo era il sogno che si relizzava, questo palco ha una sua magia. Quest'anno più che mai, per questo ho insistito per far partire il Festival, perché dietro ci lavorano cantanti e tecnici che hanno bisogno di normalità e di ripartire e noi volevamo mandare questo messaggio».

 

Tra gli ospiti anche Ibraimovich e quando Mara chiede il motivo di questo ospite Amadeus rispode: «Sono un grande amante di calcio. Quando io incontro un campione non giovanissimo ma ancora molto determinante io ne sono affascinato.Quando l'ho incontrato sono rimasto colpito dalla sua storia, e gli ho chiesto di  far parte della squadra e lui ha accettato. Stiamo pensando alcune cose per le serate, ma non mi dice che vuole fare, lo scopriremo sul palco». 

 

Mara Venier chiede un parere al conduttore del Festival sulle canzoni: «Mi hanno detto che sono molto belle, ci sono molti artisti giovani, ma mi dicono che proprio i giovanissimi mi riserveranno grandissime sorprese».  Amadeus conferma, citando i gruppi e i cantanti in gara ribadendo: «Ci sono nomi molto conusciti e altri meno ma comunque che hanno un grande seguito». 

Ultimo aggiornamento: 17:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA