Miss Italia, dal Lazio la carica delle 12 "super girls"

Domenica 2 Settembre 2018 di Lucilla Quaglia

Le più belle hanno già le valigie pronte. Destinazione: le prefinali nazionali della 79esima edizione del concorso di Miss Italia, in agenda da lunedì a Jesolo. Si tratta di un “dream team” di 12 super girls introdotto ufficialmente ieri pomeriggio al Mercato Trionfale. Fascinosissimo gruppo che rappresentera’ la nostra regione per la prima volta con tutte le cinque province laziali.
 

 

Si tratta di Miss Lazio Elena Palumbo, Miss Etruria Chiara Bordi, Miss Roma Nicole Ceretta, Miss Cinema Lazio Chiara Savocchi, Miss Cinema Roma Camilla Del Pinto, Miss Eleganza Marta Valentini, e ancora Miss Miluna Beatrice Simmi, Miss Rocchetta Siria Schifi, Miss Equilibra Erika Innocenzi, Miss Sorriso Ylenia Gatta, Miss Sport Beatrice Fiorentini, Miss Riviera Tirrenica Marika Nardozi. Davvero una squadra da togliere il fiato che ferma i passanti sulla ciclabile e lungo le scale del mercato. L’originale presentazione va in scena a poche ore dell’assegnazione della fascia più importante: quella di Miss Lazio.

Alloro conquistato a Montalto di Castro da una statuaria bionda dagli occhi azzurri, alta ben 178 cm e residente a San Giovanni: la ventiduenne Elena Palumbo. Trenta le concorrenti che le hanno dato filo da torcere, dirette dal regista Mario Gori e introdotte da Margherita Praticò. Tutte in passerella avvolte in outfit di Maria Celli, ma anche in tubino nero con preziosi e in costume da bagno. E poi, immancabile, con il tradizionale body da gara davanti alla giuria presieduta dalla splendida montaltese Alice Sabatini, Miss Italia 2015. Ma lei, la Palumbo, vince senza troppi palpiti. Forse anche per via del sangue polacco che le scorre nelle vene grazie a mamma Ewa, seduta in prima fila ad applaudire la sua incoronazione assieme a papà Guido e al fratello Davide con la fidanzata Ilaria. Diplomata in ragioneria, con una qualifica in estetica, la neo reginetta ama le serie televisive “Riverdale”, “The Crown”, “Teen Walf”. E poi viaggiare, con la Grecia nel cuore, fare shopping e uscire con gli amici. Il suo sogno? Affermarsi come modella.

“E’ stata una grande emozione indossare la fascia – spiega – anche se ero molto tranquilla. Così come adesso che vado a rappresentare la nostra regione. Sono pronta”. Gambe chilometriche, la girl del resto adora la palestra e il tennis in particolare. E per il calcio? “Tifo la Lazio, ma più per una questione familiare che per vera convinzione”.
A Chiara Bordi, la diciottenne di Tarquinia in gara con una protesi, il titolo di Miss Etruria nel corso della stessa serata. A Jesolo arriveranno in tutto 182 ragazze, da ogni regione d’Italia, ma solamente 30 parteciperanno alle finalissime che si terranno a Milano, dal 9 al 17 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA