Vaccino, Moderna chiede ok all'Ema per gli adolescenti (12-17 anni): «Efficace al 100%»

Vaccino, Moderna chiede ok all'Ema per gli adolescenti (12-17 anni): «Efficacia del 100%»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Giugno 2021, 14:30 - Ultimo aggiornamento: 15:56

Moderna, come Pfizer, chiede il via libera all'Ema per il suo vaccino anti-Covid anche agli adolescenti. E per farlo porta i dati di uno studio realizzato su 2.500 ragazzi tra i 12 e i 17 anni in cui si mostra un'efficacia dopo le due dosi «pari al 100%». Il 12 maggio era toccato a Pfizer, grazie al quale finora gli Stati Uniti stanno vaccinando gli over 12. Moderna diventerebbe così il secondo vaccino per il coronavirus destinato ai ragazzi: l'azienda spiega di aver già depositato la domanda per l'autorizzazione condizionata alla commercializzazione in Ue. Nel novembre scorso Moderna aveva ricevuto l'ok per gli adulti, dimostrando un'efficacia del 94,1% nella fase tre degli studi clinici. 

Astrazeneca, Pfizer, Moderna e Sinovac quanto sono efficaci contro le varianti? Il confronto

Ora i nuovi dati del TeenCOVE, i cui dati sono stati portati da Stephane Bancel, Chief Executive Officer di Moderna, secondo cui il vaccino «è particolarmente emozionante vedere che il vaccino può prevenire l'infezione da Sars-CoV-2, ed è altamente efficace nel prevenire l'infezione negli adolescenti». Nei 2.500 adolescenti (tra i 12 e i 17 anni) è stata osservata un'efficacia al 100%. «Abbiamo anche richiesto l'autorizzazione a Health Canada - ha aggiunto Bancel - e richiederemo un'autorizzazione d'emergenza alla FDA degli Stati Uniti e alle agenzie di regolamentazione di tutto il mondo per questa importante fascia di popolazione». 

Lo studio e gli effetti collaterali

Nello studio realizzato dall'azienda Moderna, il vaccino è stato somministrato agli adolescenti di età compresa tra i 12 e poco meno di 18 anni, che sono poi stati confrontati con un gruppo placebo. I risultati dicono che non ci sono stati casi di Covid nel gruppo a cui è stato somministrato il vaccino, mentre il gruppo placebo ha registrato quattro casi di positività. E gli effetti collaterali? La ricerca parla di vaccino «generalmente ben tollerato». La reazione più comune è stata il dolore al braccio, il mal di testa, la spossatezza, dolori muscolari e brividi dopo la seconda dose. Gli adolescenti di questo studio continueranno ad essere osservati per altri 12 mesi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA