Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Coronavirus, perché colpisce più gli uomini che le donne? Lo studio sugli ormoni

Video
1 Minuto di Lettura
Lunedì 16 Marzo 2020, 10:20 - Ultimo aggiornamento: 10:34

L’Istituto Superiore della Sanità ha diffuso le percentuali di mortalità causata da Coronavirus divise tra uomini e donne, sottolineando che in media nei primi si attesta sul 7,2%, nelle seconde si aggira intorno al 4,1. Rapporto che sale se si prendono in considerazione i pazienti più anziani, tra i 70 e i 79 anni, per cui la letalità maschile sfiora l’8% contro il 2 di quella femminile. Perché il Coronavirus colpisce più gli uomini che le donne? La risposta potrebbe risiedere nella differenza ormonale tra i due sessi, tuttavia sono al vaglio degli esperti diverse ipotesi in merito. Guido Bertolini, epidemiologo dell'Istituto Mario Negri di Bergamo, ha dichiarato sulle pagine di Repubblica che attualmente, considerati i dati forniti dall’ISS, è all’esame degli epidemiologi “un fenomeno che nasconde il segreto per aggredire il virus: la direzione è il suo rapporto con l'assetto ormonale dei due sessi”. Ecco cos'è emerso. Foto@Shutterstock/Kikapress
Leggi anche: >> LE 3 GRAVI PATOLOGIE CHE DANNO IL VIA LIBERA AL CORONAVIRUS

© RIPRODUZIONE RISERVATA