Trump, il grande imbarazzo di Renzi che tifava per Clinton

Trump, il grande imbarazzo di Renzi che tifava per Clinton
di Alberto Gentili
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 9 Novembre 2016, 14:02

Per Matteo Renzi è il giorno del Grande Imbarazzo. Fino alla vigilia del voto americano, il premier ha fatto un tifo forsennato a favore di Hillary Clinton.

«Speriamo che sia femmina, se fosse Trump il nuovo presidente sarebbe un disastro», aveva detto Renzi ancora lunedì. E adesso che gli americani, a dispetto di ogni previsione e anche del buonsenso, hanno scelto The Donald, il premier italiano è costretto a rivisitare la sua opinione. Anche se lo fa in punta di piedi. Così: «Abbiamo di fronte un mondo che vede dei cambiamenti inattesi. Chi avrebbe mai detto, un anno fa, che la campagna di Donald Trump, non solo per le elezioni ma anche per le primarie, avrebbe potuto ottenere consenso prima all'interno del partito repubblicano e poi nell'America profonda? E invece è accaduto, e noi oggi diciamo che abbiamo rispetto per il voto del popolo americano e che collaboreremo con la nuova presidenza degli Stati Uniti d'America».

Bisognerà vedere quanto Trump vorrà collaborare con l'Italia e più in generale con l'Europa. La sua campagna elettorale è stata improntata a slogan isolazionisti e protezionisti. Tipo la minaccia di uscire dalla Nato e il disimpegno da tutti i teatri di crisi internazionali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA