Usa, a 15 anni punta una pistola ad aria compressa e vieno ucciso dalla polizia

Usa, a 15 anni punta una pistola ad aria compressa e vieno ucciso dalla polizia
1 Minuto di Lettura
Lunedì 8 Maggio 2017, 19:01 - Ultimo aggiornamento: 9 Maggio, 14:52

Ucciso dagli agenti per aver puntato una pistola ad aria compressa. Un altro adolescente negli Stati Uniti ha perso la vita per mano della polizia. Questa volta a San Diego, in California. La vittima uno studente afroamericano di liceo di 15 anni che ha puntato una pistola ad aria compressa contro gli agenti, i quali hanno fatto fuoco, scambiandola per un'arma vera. Secondo quanto scrive la Cnn, gli agenti sono stati allertati da una chiamata di emergenza che poi si è scoperto è stata fatta dalla stessa vittima.

Quando la polizia è arrivata sul posto il giovane ha tirato fuori una pistola e l'ha puntata contro gli agenti. Al suo rifiuto di consegnarla, i poliziotti hanno sparato diverse volte. Anche se soccorso immediatamente da un'ambulanza per il ragazzo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti indossavano delle telecamere ma non è chiaro se le immagini saranno rese pubbliche. La settimana scorsa a Dallas in Texas un agente aveva ucciso un altro 15/enne che si sta allontanando su un auto che, secondo i poliziotti aveva cercato di andare contro l'auto della polizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA